Atletico Ascoli-Civitanovese, una è di troppo

PROMOZIONE, FINALE PLAY OFF – Domani (domenica) al Picchio Village la sfida decisiva alle 16. Chi vince affronterà la Vigor Senigallia

di Enrico Costantini

La Civitanovese questa mattina si è ritrovata al gran completo al Polisportivo per effettuare la rifinitura in vista della partitissima che disputerà domani alle 16.30 al Picchio Village contro l’Atletico Ascoli. Una partita che, secondo le previsioni meteo, sarà fortemente disturbata dal maltempo che si preannuncia inclemente con forti piogge e raffiche impetuose di vento. Purtroppo l’impianto ascolano è sprovvisto di tribuna coperta perciò gli spettatori saranno esposti alle intemperie e di questo potrebbe non beneficiarne lo spettacolo sugli spalti. Per garantire la massima sicurezza in un evento di simile portata, sono state notificate delle restrizioni ben precise. Infatti, quanto riportato da un’ordinanza nella giornata di ieri, all’interno dell’impianto non si potranno portare ombrelli con la punta, lattine o bottiglie di plastica, evitare cinture con fibbie che possano causare danni; in più niente aste per bandiere, niente monetine o corpi contundenti e infine evitare mazzi di chiavi. Queste le disposizioni degli organi competenti. La Civitanovese si presenterà al gran completo e quindi il tecnico De Filippis non avrà difficoltà a mettere in campo la formazione migliore. Durante la settimana ci sono state tensioni tra la Civitanovese e l’associazione che gestisce il Polisportivo, infatti Miramontes e compagni giovedì hanno trovato il cancello di ingresso al campo chiuso con un grosso lucchetto e quindi si è creata una forte discussione perché gli adriatici si sentivano fortemente penalizzati nella settimana più importante della stagione. Il motivo, secondo chi gestisce l’impianto, era dovuto per preservare il manto erboso, ma tale motivazione ha destato molto scetticismo tra i presenti in quanto sabato 8 giugno all’interno si svolgerà il concerto di Anastacia e sul terreno di gioco ci saranno tanti fan della popstar americana. Nel corso dei prossimi giorni dovrà essere fatta sicuramente chiarezza con l’amministrazione comunale per cercare di capire cosa sia successo realmente e cosa succederà in futuro. Anche perché, come preannunciano molti rumors, la prossima stagione in riva all’Adriatico sbarcherà la Sangiustese e la gestione dell’impianto sarà ancor più complessa. Tornando alla gara di domani, i rossoblu avranno solo un risultato a disposizione, la vittoria da ottenere al termine dei 90′ minuti regolamentari o 120′ supplementari, e sarà lo stesso risultato che dovrà conseguire se dovesse passare il turno, quando la prossima settimana ad attenderli ci sarebbe la Vigor Senigallia. Per la società di Profili non ci sono altre chance per salire di categoria in quanto, nel caso in cui le cose dovessero andare male, non avrà la possibilità di chiedere il ripescaggio così come è successo gli altri anni per le finaliste perdenti. Per gli adriatici infatti, dopo l’ennesimo fallimento e il cambio di matricola, non ci saranno le condizioni per essere ammessi alla categoria superiore. Domani arbitrerà la finale del girone B di Promozione Enrico Eremitaggio di Ancona, il quale sarà assistito da Mattia Piccinini  e da Marco Marinelli sempre della sezione dorica. Il calcio d’inizio è fissato alle ore 16.

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Tag
Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS