“Atletico Ascoli a gonfie vele, l’Urbino ha perso una ghiotta chance di avvicinarsi alla vetta”

Claudio Cicchi

ECCELLENZA – Il punto di Claudio Cicchi dopo l’ultimo turno

Nel campionato di Eccellenza l’Atletico Ascoli, tra le più accreditate al successo finale, è al comando della classifica con due lunghezze di vantaggio sull’Atletico Azzurra Colli, autentica rivelazione di questo avvio di stagione. Ne parliamo con l’esperto Claudio Cicchi che ne ha vinti cinque di questi campionati.

L’Atletico Ascoli va a gonfie vele. “La capolista, che ha chiuso in svantaggio la prima frazione di gioco (autorete di Casale) ha avuto il grande merito di ribaltare nella ripresa il risultato per merito di Esposito e Sabatini. L’Atletico Gallo ha contenuto bene nei primi 45’ la prima della classe dimostrando una buona personalità ma nel secondo tempo la squadra di Giandomenico ha alzato i ritmi mettendo alle corde l’Atletico Gallo. Prima ha pareggiato con un eurogol di Esposito e poi su un imperioso colpo di testa, sempre di Esposito, ha effettuato il sorpasso. L’Atletico Gallo negli ultimi 15’ ha avuto una vibrante reazione colpendo l’incrocio dei pali”.

L’Atletico Azzurra Colli ha battuto di misura il Porto Sant’Elpidio. “E’ stato ancora una volta il bomber Ciabuschi a regalare i tre punti agli uomini di Stallone. Ma l’incontro è stato più difficile del previsto. Non è stata sicuramente una bella prestazione da parte dell’Atletico Azzurra Colli che a tratti ha sofferto la vivacità di un intraprendente Porto Sant’Elpidio. L’Atletico Azzurra Colli è una grande squadra con giocatori come Filipponi, Ciabuschi, Petrucci e Gesuè di categoria superiore e giovani di assoluto valore come Scartozzi (ex Samb), Cancrini, Alighieri, Del Marro ed Alfonsi che sono finiti sui taccuini di club importanti. Il merito di tutto questo è della società rossoblu di Stallone. Il secondo posto non è frutto della casualità. Il Porto Sant’Elpidio, ben messo in campo da Palladini, ha destato un’ottima impressione. Non si è mai arreso cercando, attraverso il gioco, di riacciuffare il pari ma sulla sua strada ha trovato in Scartozzi un baluardo insormontabile. Splendida la prova di Emanuele Russo (2000) che conosco bene per averlo avuto nel Castelnuovo Vomano”.

Pareggio a reti bianche tra Castelfidardo e Fossombrone. “I difensori hanno prevalso sugli attaccanti. Poche le emozioni in un match da cui si aspettava qualcosa di più. Il Castelfidardo, dopo due pareggi consecutivi, cercava il primo successo stagionale, mentre il Fossombrone rallenta la sua corsa verso le prime posizioni”.

Grande exploit della Jesina a Chiesanuova. “Il 3 a 1 in favore dei leoncelli sta a confermare l’ottimo stato di forma della squadra di Strappini, al sesto risultato utile consecutivo. Ha sbloccato il risultato dopo pochi minuti di gioco Iori per gli ospiti ma ha pareggiato sul finire del primo tempo Tittarelli su rigore. Nella ripresa un micidiale uno-due di Grillo e Re hanno chiuso le ostilità”.

L’Urbino perde una buona occasione con il Marina. “Il pareggio per 1 a 1 premia la caparbietà del Marina che si e’difeso sempre con ordine. L’Urbino, specie nel primo tempo, ha giocato al di sotto dei suoi standard. Nella ripresa la squadra di Ceccarini ha sbloccato il risultato con Magnani ma subito dopo Sbarbati su rigore ha riequilibrato le sorti della gara. L’Urbino rimane terzo in classifica ma ha perso una ghiotta occasione per avvicinarsi alla vetta”.

Il Valdichienti ha battuto per 2 a 1 la Sangiustese. “E’ costata cara la sconfitta nel derby a mister Possanzini che è stato esonerato. Al suo posto Morganti. Partita dalle mille emozioni. Nel bene e nel male il grande protagonista della gara è stato l’ex Mario Titone tra le fila della Sangiustese. E’ passato in vantaggio il Valdichienti con il superbo Minella. Titone poi si è procurato un rigore ma lo ha calciato fuori. Ma allo scadere del primo tempo lo stesso Titone, vero trascinatore, ha inventato il gol del pareggio. Alla mezz’ora della ripresa Del Brutto ha riportato in vantaggio il Valdichienti. Ma la Sangiustese e soprattutto Titone non ci stavano e quest’ultimo nel finale ha confezionato un assist d’oro a Monserrat che non ha trovato il bersaglio. Con questa vittoria il Valdichienti non molla la vetta della classifica che dista solo tre punti”.

Pari e patta tra Montefano e Maceratese (1 a 1). “La Maceratese ha risposto alle critiche con una convincente prestazione a Montefano. Ottimo il primo tempo dei biancorossi di Trillini che le hanno tentate tutte per perforare la rete dell’ex Rocchi. A passare invece nella ripresa è stato il Montefano con Guzzini. Immediata la reazione della Maceratese che un minuto dopo ha ristabilito le distanze con Tortelli. Un buon punto, tutto sommato, per la Maceratese che ha i numeri per risalire la corrente. Trillini è bravo ma va lasciato lavorare in tranquillità”.

L’Osimana ha sbancato Fabriano. “La squadra di Mobili, che lamentava diverse assenze, ha vinto nei minuti finali grazie ad un rigore di Nunez. I giallorossi sono stati favoriti anche dall’espulsione di Mengali del Fabriano Cerreto all’inizio della ripresa. Ma la sua vittoria è più che legittima. In pericolo la panchina di Farsi nel Fabriano Cerreto che era partito con ben altre ambizioni. L’Osimana, invece, non finisce di stupire ma qui c’è la mano del ‘maestro’ Roberto Mobili, tanto esperto quanto bravo condottiero”.

Andrea Busiello
Author: Andrea Busiello

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS