Ascoli&Piceno: nuove prospettive per il progetto di marketing territoriale

Sarà un’associazione senza scopo di lucro a portare avanti il lavoro, dopo lo scioglimento del Comitato di scopo

Continua il progetto di marketing territoriale iniziato con la candidatura di Ascoli Piceno a Capitale italiana della cultura 2024. Ad andare avanti è il marchio “Ascoli&Piceno”, che ha caratterizzato l’impegno della città e del sindaco Marco Fioravanti a valorizzare e promuovere dal punto di vista culturale e turistico l’intero territorio provinciale, ingaggiato con successo durante il percorso, in una visione che guarda al 2030.

Primo patrimonio da salvaguardare, quello della sinergia territoriale generata, da affiancare alla partnership pubblico privato che ne emerge consolidata, diventando la forza motrice del nuovo modello.

Stamattina al Palazzo dell’Arengo, in Sala De Carolis Ferri, alla presenza dei soci Roberta Faraotti, Laura Gabrielli, Enrico Diomedi, Angelo Galeati, Luigi Contisciani, Bruno Bucciarelli, Giacinto Alati, insieme al sindaco, la notaio Filauri ha sciolto formalmente il Comitato di scopo, che ha esaurito il suo ruolo a dicembre 2022 come da statuto, che prevede il ritorno del tesoretto residuo nelle casse del Comune.

Le redini della progettualità in essere saranno affidate a un’associazione senza scopo di lucro, di prossima costituzione che vedrà la partecipazione di alcuni dei soggetti parte dell’ex Comitato più altri attori territoriali, con il supporto dal team operativo per la definizione, il coordinamento e la gestione delle linee direttrici e delle azioni programmatiche.

“Ascoli&Piceno, la cultura muove le montagne” non si è mai fermato e sarà adottato dalla nuova associazione, rappresentando il segno tangibile della continuità progettuale.

Si proseguirà con delle scelte strategiche che tengano conto delle caratteristiche e delle esigenze del territorio, delle comunità che lo abitano e dei passaggi necessari a generare la crescita auspicata.
Sintonia tra le voci degli esponenti intervenuti che, oltre a ribadire la coesione territoriale inedita e il rafforzamento della cooperazione tra il settore privato e quello pubblico, attivati grazie al progetto A&P, hanno sottolineato l’importanza di quanto fatto finora per gettare le basi di quello che verrà, con un obiettivo a lungo termine comune e ambizioso: costruire e posizionare il brand Piceno come riconoscibile e attrattivo, dove la città di Ascoli sia centro e porta di un territorio eterogeneo, appetibile, ancora troppo poco conosciuto rispetto a quanto merita.

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS