Ascoli, via libera della Giunta alla convenzione per il nuovo corso di laurea

Il sindaco Marco Fioravanti in piazza del Popolo

‘Sistemi agricoli innovativi’ verrà attivato nell’anno accademico 2021-2022. La sede sarà in via Marche, vicino all’istituto agrario Ulpiani. Manca solo la firma dell’atto da parte degli enti interessati

Cresce l’offerta formativa di corsi universitari in città. E’ stato infatti approvato dalla Giunta comunale lo schema di convenzione per istituire il corso di laurea triennale in “Sistemi agricoli innovativi” legato all’Università politecnica delle Marche, dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali.
Lo annuncia il sindaco Marco Fioravanti sui social ricordando che si tratta di “un importante passo nell’implementazione dell’offerta formativa universitaria del nostro territorio, con il corso che sarà incentrato su tematiche cruciali quali sostenibilità ambientale, uso efficiente delle risorse e valorizzazione dei prodotti agricoli”. Dell’accordo per l’attivazione del corso fanno parte oltre al Comune di Ascoli e all’Università di Ancona, anche la Provincia di Ascoli, il Consorzio universitario piceno (Cup) e l’istituto agrario cittadino “Ulpiani”.

“Le linee programmatiche della nostra Amministrazione prevedono all’interno dell’obiettivo strategico Ascoli Città della Cultura – si legge nella relazione del sindaco relativa all’accordo per il nuovo corso universitario – una parte interamente dedicata all’Università e alle azioni e agli obiettivi che ci siamo prefissati di realizzare. Tra gli obiettivi previsti, vi è quello della promozione e l’istituzione di nuovi corsi universitari e percorsi formativi che abbiano attinenza con le peculiarità del territorio”.

Per questo, sostiene il sindaco verrà attivato “a partire dall’anno accademico 2021/2022, il Corso di Laurea (CDL) in ‘Sistemi Agricoli Innovativi (SAI)’, fortemente attinente alle caratteristiche del nostro territorio e percorso di studio inserito nell’ambito della Facoltà di Scienze Agrarie incentrato sulla sostenibilità ambientale, sull’uso efficiente delle risorse e la valorizzazione dei prodotti agricoli, in grado di formare specialisti in ambiti tematici strategici per le sfide del prossimo futuro”.

La convenzione che verrà siglata impegna l’Università ad attivare il corso di laurea “ad Ascoli Piceno, a partire dall’anno accademico 2021/2022” di cui avrà “la responsabilità didattica, scientifica e organizzativa in via esclusiva”. La Provincia dal canto suo “concede in comodato gratuito esclusivo all’Università a tempo indeterminato, quale sede del CDL, l’immobile di Via Marche n.28, nelle immediate vicinanze della sede dell’Istituto di Istruzione C. Ulpiani” e “si obbliga a sostenere le spese di manutenzione straordinaria, se ed in quanto non conseguenza di mancata effettuazione della manutenzione ordinaria”. L’Università, poi, “si obbliga a sostenere le spese di energia elettrica compreso impianto fotovoltaico, gas, acqua, canoni telefonici e Internet con relative volture delle utenze” mentre il Comune sosterrà “le spese di pulizia, sorveglianza e portineria, manutenzione ordinaria”. Infine il CUP “si impegna a provvedere entro il 1° settembre 2021 all’acquisto e alla posa in opera degli arredi e delle attrezzature necessarie ed a contribuire alle spese di attivazione”.

Per quanto riguarda i costi, l’articolo 17 della convenzione prevede che il Cup versi a Univpm per l’attivazione del primo anno di corso 90 mila euro che diventeranno 210 mila quando sarà completato il triennio. Inoltre viene precisato che “la somma di 210 mila euro si intende come contributo massimo per l’attività a ‘regime’ prevista dall’Accordo, vale a dire a fronte dell’effettiva attivazione di tre cicli triennali del corso di laurea”.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi