Ascoli, tre sberle all’Alessandria

Dionisi apre le marcature per l'Ascoli

SERIE B – I bianconeri vincono 3 a 1 nel turno infrasettimanale e si confermano ai piani altissimi della classifica

L’Ascoli capitalizza le sue occasioni, l’Alessandria no: la differenza, abissale è stata tutta qui ed i bianconeri conquistano la quarta vittoria su cinque gare dimostrando mestiere ed una concretezza davvero notevole. Forse un verdetto troppo pesante per la matricola di Longo che in campo ha dimostrato di valere di più rispetto all’attuale graduatoria davvero mortificante. In Serie B però, certe leggerezze si pagano a carissimo prezzo specie se di fronte hai una compagine con tanta qualità ed un Dionisi in più.

Nel 4-3-1-2 di Sottil c’è spazio per Maistro nell’undici iniziale al posto di Fabbrini e per l’esordio di Iliev con Bidaoui in panchina. I grigi cominciano di buona lena, tanto possesso palla, qualche occasione ma al primo vero affondo è l’Ascoli a passare. Dionisi, con mestiere, approfitta di un mezzo svarione di Prestia, conclude centralmente e Russo che tra i pali sostituisce Pisseri, completa il pasticcio facendosi passare il pallone, non irresistibile, tra le gambe. I padroni di casa però insistono: Mustacchio è temibilissimo sulla destra, traversone sul secondo palo ma Lunetta, a due passi dalla porta, sciupa di testa in modo anche clamoroso. Iliev si fa vedere con un tap-in di destro su traversone basso di Baschirotto con Russo stavolta attento. A creare problemi è sempre Mustacchio con un cross tagliatissimo sul quale si avventa Arrighini sul primo palo che spedisce fuori. Batticuore al 26′ per un presunto fallo di mano di Buchel su tiro ravvicinatissimo di Arrighini: il Var consente la prosecuzione del match. Dopo un tentativo di Milanese di destro che sfiora l’incrocio dei pali, l’Ascoli raddoppia al 37′: angolo di Maistro, sulla battuta lunga va a farfalle Russo e Botteghin sigla il suo primo gol “italiano” inzuccando di testa in scioltezza. Rumoreggiano i sostenitori locali nei confronti del proprio portiere infatti sostituito all’intervallo ma anche di una difesa che appare inadeguata per la categoria.

Nella ripresa con ritmi forsennati dei grigi ed Ascoli alle corde: cross di Parodi, ancora un inserimento di Lunetta che non trova la porta. Al 4′ Milanese appoggia a Marconi, liberissimo in area ma l’ex pisano quasi sbuccia il pallone che termina docile tra le braccia di Leali. Poco dopo è il solito Mustacchio che arriva come un treno sulla destra ma spara alle stelle. L’Ascoli è cinico e sfrutta al massimo le sue occasioni: prima Bidauoi, appena entrato, disorienta Parodi ed il suo tiro viene deviato da Benedetti sulla traversa. Angolo di Maistro, la difesa locale non spazza, Parodi cincischia il rinvio ed allora ne approfitta Collocolo: il suo sinistro non è fortissimo ma è ben indirizzato per lo 0-3. L’Alessandria non si arrende ed accorcia al 23′: su corner spizzata di Lunetta che diventa un assist per Palombi che non deve far altro che appoggiare in rete. Ringhiano i piemontesi trascinati da Mustacchio che servito da Corazza si vede neutralizzare in angolo una conclusione a botta sicura. Poco dopo volatona di Dionisi che appoggia al liberissimo Bidauoi, destro però troppo “soft” che grazia Pisseri. Pian piano la foga dell’Alessandria si placa: l’Ascoli gestisce e grazie anche all’ingresso di Fabbrini e De Paoli controlla il risultato e festeggia. Sabato con il Brescia un vero esame di maturità: peccato solo che, Ternana a parte, i confronti con le neopromosse siano finiti

Il tabellino

ALESSANDRIA – ASCOLI 1-3

ALESSANDRIA (3-4-3): Russo (1’st Pisseri); Parodi, Prestia, Benedetti; Mustacchio, Casarini, Ba, Lunetta (29’st Beghetto); Milanese (17’st Palombi), Marconi (17’st Corazza), Arrighini (17’st Orlando). A disposizione: Crisanto, Chiarello, Speranza, Pierozzi, Palazzi, Kolaj, Celesia. Allenatore: Longo.

ASCOLI (4-3-1-2): Leali; Baschirotto, Botteghin, Avlonitis, D’Orazio (33’st Felicioli); Collocolo, Buchel, Caligara (9’st Eramo); Maistro (24’st Fabbrini); Iliev (9’st Bidaoui), Dionisi (33’st De Paoli). A disposizione: Guarna, Quaranta, Spendlhofer, Tavcar, Castorani, Donis, Petrelli. Allenatore: Sottil.

Arbitro: Minelli di Varese.

Reti: 11’p.t.Dionisi, 37′ Botteghin, 13’s.t.Collocolo, 23’st Palombi.

Ammoniti: Prestia, Caligara. Angoli 16-3. Spettatori paganti 1.846. Recupero 2′-+5′.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi