Ascoli sprecone fino al fotofinish: Gondo-la il Del Duca verso la salvezza

SERIE B – Rigore decisivo che porta il Picchio a 42 punti, battuto il Sudtirol

L’Ascoli batte al Del Duca il Sudtirol, alla seconda sconfitta consecutiva, e per l’ennesima volta si rialza. La squadra di Breda spreca tantissimo nel primo tempo prima di sorridere grazie al gol su calcio di rigore di Gondo che porta i piceni a quota 42, +5 dai playout ad altrettante partite dal termine del campionato. Questa potrà considerarsi già una vera e propria vittoria salvezza. Breda sceglie il 4-3-1-2 con Donati e Giordano in fasce, panchinando Falasco, Proia in mezzo al campo a sostituire lo squalificato Caligara e il tris Pedro Mendes-Dionisi-Forte in attacco. Bisoli risponde con il 4-4-2 e numerosi problemi a centrocampo. Odogwu non segnerà per la sua decima gara consecutiva e i tirolesi torneranno a perdere in trasferta, cosa che non succedeva dall’8 dicembre 2022 a Genova.

È praticamente impossibile che l’Ascoli non sia riuscito a segnare nel primo tempo ma il destino questo ha riservato. Non solo per gli otto tiri nei primi venti minuti, che saranno ben 17 contro gli zero del Sudtirol dopo 45’, ma proprio per la mole di gioco creata dalla squadra di Breda. Dominio totale materializzato soprattutto nel palo di Botteghin al 18’, cuore delle occasioni picene. Diversi però gli urli strozzati del gol. Giordano, dopo aver scaldato il piede pochi minuti prima, sveglia Poluzzi all’undicesimo. Tre minuti più tardi cross di Dionisi, molto mobile il capitano su entrambe le fasce e trequarti, dopo la respinta Proia in girata mette al lato. Sono due poi le occasioni per Botteghin: al 18’ appunto mettendosi in proprio con un tiro dal limite che si stampa sul legno, poi al 31’ con l’ennesimo cross morbido di Dionisi trovando la testa del centrale che impatta. La risposta in angolo di Poluzzi certifica la giornata si del portiere tirolese. L’unico, perché con praticamente quattro mediani assenti la squadra di Breda non si vede mai dalle parti di Leali. Prima del duplice fischio ci proveranno tutti e tre gli attaccanti, Forte-Dionisi-Pedro Mendes, ma la palla non entrerà mai per bravura dell’estremo difensore ospite.

Tanti i cartellini gialli estratti dal direttore di gara Minelli che sembra spesso cambiare idea sul metro di giudizio da adottare per diversi falli. Bisoli ne toglie infatti due di ammoniti a cavallo tra i tempi: le mosse sono River e Casiraghi per De Col e Lunetta. Ne esce un Sudtirol più aggressivo rispetto alla prima frazione. Spezzettato invece il gioco nella ripresa, di falli sempre a rotoloni e qualità bianconera abbassata. La gara torna a vibrare intorno all’ora di gioco. Odogwu colpisce di testa un pallone offerto da Casiraghi, con Leali attento. Poi Dionisi prova otiraggir che termina di un soffio al lato. Breda allora opta per i cambi e sono quelli dei ballottaggi alla vigilia. Entrano Adjapong e Giovane. Soprattutto però rinnova l’attacco prelevando Dionisi e Mendes per Gondo e Marsura. Tutti i tentativi dei tecnici però non portano a sbloccare la gara, se non quello che meno ti aspetti. Nel campo minato dei cartellini gialli, ben dieci al fischio finale, Minelli assegna al minuto ottantasette un calcio di rigore per fallo di Celli sul neoentrato Eramo, ultima carta di Breda. Sul dischetto si presenta Gondo che spiazza il portiere depositando il gol che spinge nettamente verso la salvezza i bianconeri. Collocolo si mangia il gol del 2-0 in contropiede ma Breda può esultare lo stesso per tre punti decisivi nel percorso ascolano.

ASCOLI – SUDTIROL 1-0

ASCOLI (4-3-1-2): Leali; Donati (15’ st Adjapong), Botteghin, Simic, Giordano; Collocolo, Buchel (15’ st Giovane), Proia (30’ st Eramo); Mendes (24’ st Marsura); Forte, Dionisi (24’ st Gondo). A disp.: Guarna, Quaranta, Lungoyi, Falzerano, Palazzino, Falasco, Bellusci. All.: Breda

SUDTIROL (4-4-2): Poluzzi; Curto, Zaro, Masiello, Cerri; De Col (1’ st Rover), Tait, Schiavone (35’ st Siega), Lunetta (1’ st Casiraghi); Odogwu (40’ st Larrivey), Mazzocchi (28’ st Cisse). A disp.: Minelli, Marano, Berra, Vinetot, Carretta, Mawuli, Giorgini. All.: Bisoli

ARBITRO: Minelli di Varese

RETI: 44’ st rig. Gondo (A)

NOTE: ammoniti Buchel (A), Donati (A), De Col (S), Lunetta (S), Collocolo (A), Rover (S), Forte (A), Giovane (A), Masiello (S), Simic (A). Spettatori 6.117 (3.970 abbonati) per un incasso di 42.828,77 € (rateo abbonamenti 31.766,77 €). Rec. 1’ pt, 6’ st

Matteo Rossi
Author: Matteo Rossi

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS