Ascoli, ragionamenti sul riscatto di Maistro

FOTO ASCOLI CALCIO

SERIE B – L’Ascoli potrebbe esercitare l’opzione di riscatto

L’Ascoli Calcio chiuderà giovedì prossimo la stagione 2021-2022 con un test al “Del Duca” (ore 18:00) contro la Primavera. Dopodiché Sottil e il club hanno indetto il rompete le righe fino al prossimo 4 luglio quando scatterà ufficialmente la nuova stagione. Intanto, il ds Marco Valentini e tutta la società dovranno avere chiare in mente le strategie del futuro, situazioni da valutare con estrema disponibilità di tempo. Nel corso di questi giorni – e per tutta la durata del calciomercato – potete seguirci per fare il punto della situazione caso per caso tra i bianconeri.

Iniziamo a ragionare anche sulle scadenze più immediate. In rosa ci sono diversi giocatori che, con formule diverse, hanno il loro contratto che terminerà il prossimo 30 giugno. Uno di questi è Fabio Maistro, classe 1998, centrocampista e trequartista che ha fornito 31 presenze in stagione, di cui 20 da titolare, conditi da tre gol e quattro assist. Sicuramente un buon bottino. Dopo un’ottima annata con la Salernitana (2019-2020) ha vestito la maglia del Pescara vivendo una delle stagioni più buie del club abruzzese, poi retrocesso in serie C. Maistro ha un contratto con la Lazio, proprietaria del cartellino, in scadenza a giugno 2024. Il trequartista è arrivato ad Ascoli in prestito per un anno con opzione di riscatto a favore dei bianconeri. Il prezzo è di un milione di euro.

Inutile nascondere come in corso Vittorio Emanuele si stiano facendo le prime valutazioni in merito al giocatore, insieme allo staff tecnico. In quel ruolo l’Ascoli può avere Federico Ricci, l’adattabile Dario Saric oppure anche un sacrificato Luca Paganini (qualora si esercitasse l’opzione di rinnovo per un anno). Da Roma, ovviamente sponda Lazio, mister Maurizio Sarri vorrebbe anch’egli fare le dovute valutazioni, anche se non dispiacerebbe provare a capire se il ragazzo abbia effettivamente compiuto altri passi in avanti durante la stagione. Non unilaterale dunque la situazione: tutte le parti devono prendere una decisione e il Picchio non sembrerebbe aver scartato a propri l’ipotesi di esercitare l’opzione, anche per l’ecletticità del giocatore in diverse zone della mediana. Ultimo, ma non per importanza, sarà decisiva la situazione legata a Sabiri (leggi qui le ultime), dal lato economico legata alla questione Maistro ed anche a quanto sia l’investimento su un possibile nuovo attaccante di categoria.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana