Ascoli più forte del VAR: vittoria scacciacrisi a Bari

SERIE B – Gol annullato a Dionisi, poi lo stesso capitano e la carta Simic fanno gioire i tifosi bianconeri

L’Ascoli riemerge dalla crisi con una vittoria incredibile. Al “San Nicola” di Bari la squadra di Bucchi vince 2-0 e si rialza dopo cinque giornate senza trionfi.

Una gara di palle inattive risolta nella ripresa. Primo tempo avaro di emozioni se non fiammate che scaldano i trentamila tifosi presenti al “San Nicola”. Dopo sette minuti ad un passo dal vantaggio il Bari, grande giocata dai venti metri di Antenucci che si sposta la sfera sul mancino e calcia e sfera che sfiora il palo della porta di Guarna. Il Bari meglio nella manovra ma l’Ascoli c’è e gioca la sua partita. Occasione bianconera che si materializza al 39′: traversone basso verso il primo palo per Gondo che sfiora la sfera e di piede riesce a respingere Caprile.

Nella ripresa la gara è ancora più spezzettata ma gli episodi chiave arrivano. Al 66′ ottimo schema su calcio di punizione per l’Ascoli, Simic tiene una palla lunga ed offre a Dionisi che di testa insacca. Festa totale per quello che sarebbe stato il secondo gol consecutivo del capitano bianconero. Ma il VAR interviene: fuorigioco di Quaranta che piazza un blocco sul giocatore del Bari vicino a dove Simic è inizialmente. Regolamento applicato con tutta la minuzia possibile e rete annullata. Questo potrebbe spezzare le gambe a qualsiasi squadra ma l’Ascoli dimostra di voler portare via punti in casa della capolista. Al 79′ infatti, chiaramente ancora da calcio piazzato, la palla schizza a centro area e Simic, proprio l’uomo che Bucchi ha buttato nella mischia a posto dello squalificato Bellusci, tocca in porta per il tripudio bianconero. Il Picchio resiste in un finale di fuoco e trova addirittura il raddoppio. Dionisi di caparbietà dribbla tre persone e si presenta in area con il tiro sul primo palo a trafiggere il portiere locale.

L’Ascoli batte la capolista Bari a casa sua ed esce dalla crisi. Una vittoria importantissima per mister Bucchi e tutto l’ambiente che dopo cinque giornate torna a gioire. I bianconeri salgono a 12 punti, il Bari lascia la vetta.

BARI – ASCOLI 0-2

BARI (4-3-1-2): Caprile; Pucino, Di Cesare (13’ st Terranova), Vicari, Ricci; Maita, Benedetti (30’ st D’Errico), Folorunsho; Bellomo (1’ st Salcedo); Antenucci (13’ st Botta), Cheddira (24’ st Ceter). A disp. Frattali, Zuzek, Scheidler, Mazzotta, Cangiano, Dorval, Mallamo. All. Mignani

ASCOLI (3-5-2): Guarna; Simic, Botteghin, Quaranta; Donati (14’ st Adjapong), Collocolo, Giovane (1’ st Caligara), Eramo (43’ st Fontana), Falasco; Gondo (24’ st Lungoyi), Dionisi. A disp. Bolletta, Baumann, Caligara, Giordano, Bidaoui, Palazzino, Franzolini, Tavcar, Mendes. All. Bucchi

ARBITRO: Rutella di Enna

RETI: 33’ st Simic (A), 44’ st Dionisi (A)

NOTE: ammoniti Di Cesare (B), Giovane (A), Folorunsho (B), Quaranta (A), Dionisi (A), Benedetti (B), Gondo (A), D’Errico (B). Espulso Gondo al 47’ st dalla panchina per somma di ammonizioni. Spettatori 31.582 (7.651 abbonati e 204 ospiti). Rec. 2’ pt, 6’ st

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS