Ascoli, notte fonda in Laguna

Fiordilino in gol

SERIE B – Illude Pucino nel primo tempo, ripresa disastrosa dei bianconeri rimontati e battuti 2 a 1 dal Venezia

Ancora una sconfitta per l’Ascoli Calcio che a Venezia cade in rimonta contro la banda arancioverde. Mister Bertotto sceglie ancora il 3-5-2 con Pucino che sulla destra può fare anche il quarto di difesa con Spendlhofer dalla parte opposta. Sabiri sulla trequarti agisce dietro a Chiricò e al confermato Tupta. Zanetti continua con il suo 4-2-3-1, con Maleh capace di far male in entrambe le situazioni. Davanti ovviamente Forte come terminale offensivo.

Partita brillante ed interessante sin da subito. Al 4′ la prima grande occasione è lagunare con palla in verticale a Forte che lotta, sfera uscita su Maleh che è ottimo a confezionale un passaggio in zona dischetto per la corrente Fiordilino. Il centrocampista a botta sicura calcia in bocca a Leali. Le due squadre si sfidano a buon ritmo ma a segnare è il Picchio al quarto d’ora. Uscita dal destra a sinistra verso Kragl che cioccolatina un cross sul secondo palo per l’inserimento di Pucino bravo di piatto a piazzare in rete. Cinque minuti più tardi si fa pericolosa la squadra di Zanetti con un batti e ribatti in area, ultimo tiro ancora di Maleh con Pucino che salva con il corpo. Ma l’occasione pazzesca il Venezia ce l’ha al 27′: azione sulla sinistra e palla che arriva sotto porta ancora a Fiordilino che da due passi con il piatto mancino piazza clamorosamente alto. Sull’azione successiva dell’Ascoli, Kragl prova un cross fortissimo verso Tupta che viene deviato da Modolo, eccezionale il portiere Lezzerini a deviare in angolo con la mano di richiamo. L’ultima occasione del primo tempo è ancora di marca arancioverde. Stavolta fa tutto Aramu che dalla sinistra si accentra e con il mancino calcia a giro. Palla sul fondo a due centimetri dal palo. Le squadre continuano a sfidarsi a viso aperto.

Nella ripresa è invece un assalto del Venezia che ribalta la partita. Tantissime occasioni nei primi minuti per i lagunari che al 54′ pareggiano con la super giocata di Aramu che tutto di mancino si alza la palla e rovescia in porta per una rete pazzesca. La squadra di Zanetti non molla e vuole la vittoria. Al 56′ Forte sotto porta calcia alto. Doppia occasione poi per Modolo che al 62′ di testa prova a piazzare in porta ma Sabiri salva sulla linea, mentre al 65′ in zona dischetto spara alto. Due minuti più tardi, però, arriva il vantaggio:Di Mariano fa quello che vuole sulla sinistra ed offre una palla forte ancora in zona dischetto trovando l’accorrente Fiordilino che questa volta di piatto spacca la porta con Leali battuto. L’Ascoli non è praticamente più in campo. Bertotto prova diversi cambi offensivi inserendo Pierini, Cangiano, Bajic e Vellios. Al 70′ Chiricò viene liberato in area di rigore ma il suo tiro a giro è debole tra le braccia di Lezzerini. A pochi minuti dalla fine, inoltre, espulso anche Brosco per doppia ammonizione dopo aver protestato in maniera corposa contro l’arbitro dopo un fallo sulla zona sinistra.

Il tabellino

VENEZIA-ASCOLI 2-1

VENEZIA (4-3-1-2): Lezzerini; Mazzocchi, Modolo, Ceccaroni, Felicioli (74′ Molinaro); Fiordilino, Taugourdeau, Maleh (73′ Cringoj); Aramu (81′ Cremonesi); Forte (81′ Bocalon), Capello (60′ Di Mariano). A disp.: Pomini, Ferrarini, Marino, Rossi, St Clair, Karlsson, Svoboda. All.: Zanetti.

ASCOLI (3-4-1-2): Leali; Brosco, Avlonitis, Spendlhofer (79′ Vellios); Pucino, Cavion (79′ Gerbo), Saric, Kragl (60′ Pierini); Sabiri; Chiricò (79′ Cangiano), Tupta (58′ Bajic). A disp.: Ndiaye, Sarr, Ghazoini, Matos, Eramo, Sini, Lico. All.: Bertotto.

ARBITRO: Amabile di Vicenza.

RETI: 13′ Pucino (A), 55′ Aramu (V), 67′ Fiordilino (V).

NOTE: ammoniti Mazzocchi (V), Cavion (A), Brosco (A), Gerbo (A). espulsioni: Brosco Rec. 0′ pt, 3’st.