Ascoli, la Croce Rossa lancia la sfida: lavoro, inclusione, sviluppo e autonomia

Il sindaco Fioravanti alla presentazione di LISA

Presentata stamattina l’iniziativa LISA realizzata in collaborazione con la Sato. Gli interventi della presidente Cri Biancucci, dell’assessore regionale Castelli, del sindaco Fioravanti e dell’assessore comunale Brugni

Lavoro, Inclusione, Sviluppo e Autonomia. Quattro parole da cui riparte il Comitato della Croce Rossa Italiana di Ascoli Piceno, uno dei 21 presidi presenti su tutto il territorio nazionale beneficiario del Progetto LISA. Un’iniziativa finanziata dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali è rivolta all’inclusione sociale e lavorativa delle persone in condizioni di fragilità.

“Crediamo da sempre che sostenere il diritto al lavoro delle persone svantaggiate sia un impegno e un obiettivo da portare avanti – dichiara Cristiana Biancucci, presidente del Comitato di Ascoli Piceno – il progetto LISA non vuole lasciare indietro nessuno, è una risposta fattiva a quello che la Croce Rossa può fare concretamente per le persone”.

Nasce così la piattaforma di e-recruitment che facilita l’incontro tra domanda e offerta di lavoro. Da una parte ci sono i beneficiari del progetto che, grazie ai volontari della CRI, potranno creare i propri CV online con le proprie competenze, interessi e conoscenze. Dall’altra parte le aziende e i datori di lavoro che avranno l’opportunità di ricercare personale qualificato e visionare profilo personali.

“LISA non è solo questo ma è un accompagnare le persone nel loro progetto di vita – conclude il presidente Biancucci – presenteremo tutto in un evento che sarà un trampolino di lancio a livello nazionale. Il nostro sarà un esempio per tutti gli altri comitati che beneficeranno del progetto”.

Castelli, Biancucci e Brugni

L’iniziativa si svolgerà domenica 27 giugno alle 19 nel Chiostro di San Francesco ad Ascoli.

L’evento nasce dal desiderio di celebrare l’enorme impegno dei volontari della CRI, dalla voglia di mettersi alle spalle mesi difficili e sensibilizzare anche la popolazione ascolana sull’importanza di non lasciare nessuno indietro, in un momento storico così difficile.

Dalle 19 saranno aperti stand espositivi dove verranno mostrate alcune attività storiche della CRI e con uno spazio dedicato a un reportage dell’Area Sisma Centro Italia e alla presentazione di supporto psicosociale in atto.

La presidente Cri Biancucci con alcuni volontari

L’evento vero e proprio è previsto per le 21 con un dibattito sui temi dell’inclusione sociale e lavorativa e dell’accoglienza e la presentazione del progetto LISA. Dalle 22 il chiostro sarà oscurato per lasciare spazio allo spettacolo musico – audiovisivo con brani inediti dal vivo dei giovani compositori ascolani Giacomo Borraccini e Paul Giorgi, accompagnati dai musicisti Melissa Cantarini, Letissia Fracchiolla, Nadia Fracchiolla, Enrica Menghi e Anastasia Fioravanti e dalla visual performance del light designer Pietro Cardarelli, coadiuvato da Giulia Canala.

“Sono tre le cose da sottolineare – interviene l’assessore regionale Guido Castelli – la prima è l’impegno del comitato piceno scelto tra i tanti in Italia; la seconda è il tema toccato visto la grande difficoltà nell’incrociare domanda e offerta entrando nel profondo della questione; e infine può essere uno stimolo per far capire ai ragazzi che il lavoro va oltre alla garanzia del reddito, il lavoro libera e lo dico ora che il reddito di cittadinanza non sempre consente di spingere i giovani a lavorare, soprattutto nel comparto stagionale”

Orgogliosi che il comitato di Ascoli possa essere capofila in questa iniziativa – intervengono in coro il sindaco Marco Fioravanti e l’assessore Massimiliano Brugni – in un momento così delicato e su un argomento così importante, che è una delle prima cause dello spopolamento della città”.

La prima azienda a credere a questa iniziativa è stata la SATO.
“Siamo cresciuti tanto a livello nazionale – dichiara una rappresentante dell’Azienda – ma crediamo sia fondamentale collaborare a questo progetti che vengono incontro alla comunità, reintegrando nel mondo del lavoro le persone fragili”.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia