Ascoli: il vice sindaco Silvestri stoppa Forza Italia, Acciarri in difficoltà coi propri consiglieri

Il sindaco Marco Fioravanti

Ostacoli inattesi durante la riunione che doveva decidere l’ingresso degli Azzurri in maggioranza. Impreviste tensioni nei confronti dell’assessore al Turismo

Una riunione di maggioranza tra tensioni e prese di distanze quella tenutasi, stasera, all’interno dell’azienda vinicola della consigliera comunale di Fratelli d’Italia, Francesca Pantaloni.

Piero Celani e Luigi Lattanzi con Silvio Berlusconi

Un vertice nel quale si sarebbe dovuto discutere, in tutta tranquillità, dell’ingresso in maggioranza di Forza Italia, dopo l’invito ufficiale rivolto dal capogruppo della Lega, Mauro Agostini, durante l’ultimo Consiglio comunale, ai consiglieri azzurri Piero Celani, Alessio Pagliacci e Luigi Lattanzi, e che, invece, ha evidenziato tutti i distinguo e le rivendicazioni proprie di una maggioranza fortemente eterogenea e anche meno compatta dell’inizio, come, appunto, quella che da due anni guida Palazzo Arengo.

Il vice sindaco Gianni Silvestri

All’annuncio del sindaco, Marco Fioravanti, di volersi rimettere al volere della maggioranza sull’ingresso dei tre consiglieri forzisti nello schieramento civico-sovranista, immediate, infatti, sarebbero emerse impuntature e contrarietà.

Con qualcuno che, secondo indiscrezioni provenienti da ambienti del centrodestra, avrebbe, addirittura, bacchettato lo stesso Agostini, reo di aver esternato pubblicamente quel messaggio senza prima essersi confrontato col resto della maggioranza. Non solo, lo stesso vice sindaco Giovanni Silvestri (lista civica Forza Ascoli) si sarebbe detto contrario all’allargamento della maggioranza nel rispetto dell’esito elettorale del giugno 2019: in sostanza, i vincitori amministrano la città, gli sconfitti se ne restano all’opposizione.

Probabilmente sarà necessario un nuovo confronto visto che anche altre componenti civiche, sempre secondo fonti ben informate, avrebbero esternato il loro dissenso.
Caso Forza Italia “congelato” in attesa di ammorbidimenti futuri, nel corso del vertice sono emerse altre posizioni “critiche”: quella, ad esempio, dell’assessore alla Cultura, Donatella Ferretti, che, dopo l’addio di Alessio Rosa al suo gruppo “Scelta responsabile” per passare alla Lega, si ritroverebbe, insieme al presidente del Consiglio comunale, Alessandro Bono, a ricoprire un incarico di vertice (quello di amministratore, appunto), priva del supporto della propria lista. E in piena rottura coi tre consiglieri forzisti per via del suo doppio ruolo: assessore civico e leader di partito (la Ferretti, infatti, è stata, sì, eletta nella lista civica “Scelta responsabile”, ma è anche vice coordinatrice provinciale di Forza Italia e capo del Dipartimento formazione politica di Forza Italia Marche).

L’assessore al Turismo Monica Acciarri

Ma la situazione più esplosiva, emersa come imprevista e inattesa nel corso di questo “caldo” vertice di maggioranza, e che potrebbe mettere in forte difficoltà lo stesso sindaco Fioravanti, sarebbe l’improvviso irrigidimento del gruppo civico “Insieme a Fioravanti per Ascoli” nei confronti dell’assessore al Turismo e alla Scuola, Monica Acciarri. Secondo fonti ben informate, infatti, i due consiglieri Micaela Girardi e Alessandro Filiaggi avrebbero raffreddato i rapporti col proprio assessore per via della sua candidatura, alle ultime elezioni Regionali, con la Lega. Un irrigidimento che potrebbe anche provocare una vera e propria rottura, senza possibilità di ritorno.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana