Ascoli, il sindaco Fioravanti: “Il concerto di Faini un altro tassello per la candidatura a capitale della cultura”

Da sinistra Fioravanti, Faini, Ferretti e Vallesi

L’evento “Storm and Drugs” si tiene sabato prossimo in piazza del Popolo. L’artista: “E’ un’emozione, lo dedico a mio padre”

Dario Faini sabato 19 giugno riparte da Ascoli e dedica la data zero del suo nuovo tour “Storm and Drugs” al padre Adelmo, scomparso appena due mesi fa.

Faini, visibilmente emozionato, ha presentato il suo spettacolo oggi, insieme ai rappresentanti dell’Amat, l’Assessore Regionale Giorgia Latini, il sindaco Marco Fioravanti e gli Assessori del Comune di Ascoli Piceno Donatella Ferretti, Monia Vallesi, Monica Acciarri e Gianni Silvestri.

La presentazione del concerto, al centro Dario Faini e il sindaco Fioravanti

Non era scontato che Dario iniziasse il tour proprio qui – esordisce il sindaco Fioravanti – l’ho sentito subito dopo i successi di Sanremo e abbiamo pensato a questa ripartenza casalinga. La data zero di un artista come lui arricchirà sicuramente la candidatura di Ascoli a Capitale Italiana della Cultura per il grande valore artistico che gli viene riconosciuto. Dario ha portato il nome di Ascoli fuori dai confini – conclude Fioravanti – e abbiamo in cantiere altri progetti per continuare a lavorare insieme per la nostra città”.

Il concerto sarà aperto da un omaggio di Faini a Gioacchino Rossini, omaggio che rientra all’interno dell’iniziativa “RossiniMania per le Marche”, organizzata, in occasione dei 150 anni dalla morte del compositore, dalla Regione Marche per vivacizzare i territori colpiti dal sisma attraverso la musica di Rossini. L’artista ascolano eseguirà una rivisitazione dell’overture del “Guglielmo Tell” dove elettronica e pianoforte estremizzeranno i caratteri delle varie sezioni di una delle più grandi pagine sinfoniche rossiniane.

Dario Faini con l’assessore Ferretti

“Finalmente si riparte – afferma l’assessore regionale alla cultura Giorgia Latini – e sono orgogliosa di presentare un evento fondamentale per il territorio dal punto di vista culturale e turistico. Partiamo da Ascoli con Dario Faini ricordando Rossini, personaggio simbolo della nostra Regione. Questo è l’esempio della connessione tra le diverse identità del territorio che come Regione stiamo portando avanti – conclude l’assessore – un esempio concreto di sinergia che ci aiuta a potenziare ogni nostra eccellenza”.

“Dario ha sempre avuto la capacità di sperimentarsi e il dialogo con Rossini è una grande sfida – interviene Donatella Ferretti, assessore alla cultura del comune di Ascoli Piceno – questo dimostra il suo continuo ricercare e misurarsi con qualcosa di diverso”.

Sono 900 i posti a sedere con già 700 biglietti venduti in prevendita e che si spera possano terminare già prima di sabato. Ascoli rappresenterà la data zero di un tour che toccherà le maggiori città italiane da Roma fino a Milano, passando per Brescia, Pesaro e Pordenone.

“Questo spettacolo è nato creativamente e artisticamente qui ad Ascoli – esordisce Dario Faini – con il mio team ormai formato in maniera preponderante da ragazzi del luogo. Dai tecnici fino ad arrivare a Vanni Casagrande e Marcello Piccinini che sono con me sul palco e al fotografo che mi segue da tempo Alessio Panichi. Qui è nato un laboratorio creativo che sta uscendo fuori sempre di più. Credo che sarà uno spettacolo bellissimo musicalmente e a livello visivo. Un tour pensato per luoghi chiusi ma che qui ad Ascoli avrò l’opportunità di fare nella piazza più bella d’Italia, un onore e una responsabilità per me. Lo spettacolo è costituito da due parti, la prima più romantica e intimistica, la seconda attinge più dalla parte electro, trasformando lo show in una vera atmosfera rave. Volevo dedicare questa data a mio padre – conclude Faini – scomparso appena due mesi fa; sarebbe stato sicuramente orgoglioso e avrebbe assistito in prima fila”.

Oltre all’omaggio di Faini a Rossini ci saranno altri dialoghi tra artisti contemporanei e il compositore marchigiano. Alcuni di questi vedranno protagonisti la Compagnia dei Folli il 23 e il 26 giugno, a Matelica prima e ad Arquata del Tronto poi.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana