Ascoli, i sestieri della Quintana ospiteranno campi estivi per bambini e ragazzi

Al centro il sindaco Fioravanti alla presentazione del progetto

Il progetto ‘Riu-siamo Estate’ è della cooperativa ‘Botteghe della Speranza’. Il sindaco Fioravanti: “Tutti collaborano come in una grande famiglia per far crescere Ascoli”

I sestieri della Quintana di Ascoli Piceno si trasformano in ludoteche itineranti del riuso e ospiteranno bambini e ragazzi che vorranno trascorrere un’estate tra laboratori, divertimento e sostenibilità ambientale.

La cooperativa “Botteghe della Speranza” che gestisce la Ludoteca Riu di Ascoli Piceno presenta il progetto dal titolo “Riu-siamo Estate” in collaborazione con il Comune di Ascoli Piceno e i sei sestieri ascolani. Riu è una delle cinque strutture della Regione Marche che si occupa attraverso il gioco di raccolta e valorizzazione dei materiali di scarto facilmente riutilizzabili.

Dal 14 giugno fino al 10 settembre ogni sestiere ospiterà a turno e per due settimane i campi estivi gratuiti della cooperativa e rivolti a bambini e ragazzi tra i 6 e i 14 anni. Cinque giorni di attività, dal lunedì al venerdì dalle 7.30 alle 16.30 e con la possibilità di scegliere la mezza giornata. Sono previsti al massimo 15 bambini per ciascuna settimana di campus. Ogni secondo venerdì ci sarà in programma un’escursione lungo il fiume Castellano.

“Volevo ringraziare i sestieri e il consiglio degli anziani per la loro disponibilità – afferma l’assessore ai Servizi Sociali Massimiliano Brugni – l’attenzione per l’ambiente è sempre più in primo piano e non sono mai abbastanza le occasioni per sensibilizzare adulti partendo da attività ludico-educative per i bambini. La nostra città si prepara quindi a ospitare campi estivi che sono, oltre a momenti di svago, occasioni per riflettere sull’importanza della sostenibilità ambientale e su quanto ognuno di noi può fare per difendere il territorio”.

“Vedo in questa iniziativa la possibilità di evidenziare un approccio diverso, un approccio dove emerge un forte senso di famiglia e di comunità – dichiara il sindaco di Ascoli Piceno Marco Fioravanti – volevo ringraziare Massimo Massetti, il consiglio degli anziani e tutti i capo sestieri per come sono stati in grado di tenere uniti i sestieranti in questo anno complicato. Stiamo vivendo un dopoguerra ma lo faremo con un fondamentale elemento comunitario e di condivisione.
In meno di un anno – continua Fioravanti – in città la percentuale di raccolta differenziata è aumentata fino al 69%. I cittadini partecipano in maniera attiva e questo nuovo approccio lo riporteremo in questi campi estivi nei sestieri. Questo nuovo modo di affrontare le cose catapulterà Ascoli tra le città più importanti; lo spirito di condivisione che vedo tra tutti gli attori in campo non c’è mai stato e vedo una città diversa, dove tutti collaborano come in una grande famiglia per far crescere Ascoli”.

“Ringraziamo i sestieri della Quintana – interviene Massimo Massetti – che, a un mese dalla giostra più difficile di sempre, hanno messo da parte dubbi e incertezze per aprire le porte a questa iniziativa. Non è la prima volta che accade ma questa volta è diverso perché è la fratellanza a farla da padrona“.

“Oltre a ringraziare tutti per la fiducia che ci è stata concessa – dichiara Emi Spinucci delle Botteghe della Speranza – vorrei sottolineare il grande lavoro fatto per sostenere questo concetto di famiglia e territorio. Oltre al tema ambientale vorremo far passare ai ragazzi la storia e la vita dei sestieri che ci ospiteranno. Sono convinta che non sarà un’iniziativa che terminerà qui ma sarà un discorso che andrà avanti e potrà avere bei risvolti in futuro“.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana