Ascoli, cento chilometri a piedi o in bici tra storia e natura

La presentazione dell'iniziativa turistica

Presentato il Grande anello dei borghi ascolani. Alla scoperta di boschi, castelli ed eremi. Si parte da piazza del Popolo

Da Ascoli Piceno fino alle montagne, da piazza del Popolo ai più bei Borghi medievali. Da oggi sarà possibile partire, zaino in spalla, dal capoluogo piceno per una bellissima avventura attraverso un itinerario storico-naturalistico ed escursionistico che prende il nome di GABA: il Grande Anello dei Borghi Ascolani.

 

Alla conferenza stampa di presentazione erano presenti Marco Fioravanti, sindaco di Ascoli Piceno, l’assessore comunale al turismo Monica Acciarri, l’assessore regionale alla Cultura Giorgia Latini, il dirigente del servizio Cultura e Turismo regionale Raimondo Orsetti, Angelo Davide Galeati presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno e Sandro Giorgetti responsabile di Social Media Team della Regione Marche.

Il GABA è un itinerario escursionistico di circa 100 km a tema storico-naturalistico da percorrere a piedi o in bicicletta. È un’esperienza a contatto con la natura e la storia, nel suggestivo silenzio dei borghi medievali, tra ruderi di antichi castelli ed eremi. Il cammino parte da Ascoli Piceno e si snoda in sette tappe (percorribili anche singolarmente), attorno ai borghi che costituivano l’apparato difensivo dello stato ascolano nel medioevo.

Il percorso ad anello si svolge per l’80% su strade sterrate e sentieri collinari che in tempi antichi consentivano il collegamento a piedi tra i borghi e le frazioni dell’entroterra Piceno. La prima tappa parte da piazza del Popolo di Ascoli Piceno e arriva al Castello di Venarotta, dove si trova il Convento di San Francesco, uno dei primi fondati dall’ordine francescano nel Piceno. Nel corso del cammino ci si potrà immergere nella storia del vecchio borgo castello di Mozzano, in cui risultano ancora visibili tratti di fortificazioni. Seguendo il sentiero che si inerpica sul colle, poi, si visiterà la chiesetta di Sant’Emidio di Tronzano, immersa nella boscaglia.

Un momento della presentazione del Gaba

Nel percorso si incontreranno inoltre gli abitati di Casacagnano e Ponte Nativo, frazioni di Roccafluvione. Il percorso può essere fatto in 7 giorni, scegliendo di pernottare e trovare ristoro nei luoghi attraversati, oppure a poco a poco con uscite brevi. Un itinerario già testato lo scorso anno da guide esperte per offrire la migliore esperienza di escursionistica che permetta di godere appieno di tanta bellezza in tutta sicurezza.

“Un viaggio – ha affermato Valeria Nicu guida turistica dell’associazione Le Marche Experience – diviso in sette tappe, attraverso i magnifici borghi collinari ai piedi del gruppo montuoso del Ceresa, dei Monti Gemelli, Sibillini e Monti della Laga. L’itinerario comprende i comuni di Ascoli Piceno, Venarotta, Comunanza, Roccafluvione, Montegallo e Acquasanta Terme. Il filo conduttore del percorso storico-naturalistico è l’apparato difensivo dell’antico Stato ascolano, che nel medioevo poteva contare su ben 32 castelli soggetti alla sua giurisdizione”

Un’esperienza unica per vivere nostro territorio in modo autentico ed emozionante. Il percorso del Grande Anello dei Borghi Ascolani si adatta a tutte le esigenze ed è bene illustrato nel nuovo volume appena pubblicato che si trova in tutte le librerie. Il libro nasce dall’idea di Simone Giaconi Editore e gode del sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno. Il testo, oltre alla descrizione delle tappe, contiene delle schede dei punti di maggiore interesse e diverse foto e illustrazioni. Il GABA è in corsa per vincere l’Oscar Nazionale del cicloturismo.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia