Ascoli, altro pieno super salutare

L'esultanza di Eramo

SERIE B – Ai bianconeri basta Eramo per battere 1 a 0 l’Empoli e uscire fuori dalla zona play out

Il Picchio non si ferma più. Battuto in casa anche l’Empoli con un gol di Eramo. I bianconeri respirano volando fuori dalla zona play out.

Dionigi sceglie il ritorno di Scamacca dal primo minuto, con Trotta in panchina dopo la doppietta contro la Salerniana. Cambia leggermente il modulo: da 3-4-2-1 a 3-5-2 con l’inserimento di Eramo nel cuore del centrocampo e Brlek mezzala che fungerà sicuramente da ulteriore supporto a Ninkovic e allo stesso Scamacca. Torna Gravillon dopo la squalifica. Solito 4-3-3 invece per Marino che però deve fare a meno di Ciciretti, in campo però l’altro grande ex Frattesi. Ancora panchina per La Mantia, terzetto offensivo formato da Tutino, Manccuso e Bajrami.

Primissimi minuti di marchio toscano, con l’Ascoli che cerca di chiudere sul giropalla e gioco sulle fasce della squadra di Marino. Il calcio d’angolo al 6’ coglie impreparata la difesa ascolana che lascia solo Frattesi al limite dell’area. L’ex Ascoli calcia ma la palla termina alta sopra la traversa. L’Empoli continua ad attaccare ed il periodo al quarto d’ora arriva ancora da corner. Palla alta sul primo palo con Romagnoli che di testa spizzica non trovando la porta. Sul rovesciamento di fronte palla ninkovincesca di Cavion per Scamacca che in area si gira benissimo ma in diagonale non trova lo specchio. Al ventesimo minuto però il risultato lo sblocca un super gol ascolano: scambio sull’asse Ninkovic-Sernicola con quest’ultimo che si butta dentro sulla fascia e offre al limite per Eramo che conta i passi e calcia al volo all’angolino basso destro. Brignoli si tuffa ma non arriva, un gol stupendo della squadra bianconera. I toscani si rivedono al 29’ con la punizione di Bajrami parata da Leali dopo la deviazione. L’azione continua e Valentini riesce a metterci il corpo su un nuovo tiro in ribattuta e alla fine Padoin pulisce l’aria spazzando. L’Empoli ci prova ma l’Ascoli continua ad essere deciso in contropiede. Al 37’ si scambiano i ruoli Ninkovic e Scamacca con quest’ultimo che da destra crossa al centro verso il serbo che di testa non ci arriva. Sul proseguimento di azione Brlek arriva al tiro calciando sull’esterno della rete.

Nella ripresa l’Empoli di inerzia prova a riprendere la gara ma non è lucido nei primi minuti. L’Ascoli, dal canto suo, tiene bene il campo. Secondo tempo molto agguerrito ma avaro di occasioni da gol. Il silenzio in casella lo distoglie Trotta che, dopo una cavalcata di Cavion, si gira in area e calcia in porta con palla deviata da Brignoli vicino al palo e poi in corner. Un minuto più tardi grande interdizione a centrocampo di Petrucci, cross dalla destra e Ranieri sul secondo palo la mette fuori di testa. La partita si è accesa. In area ascolana palla rasoterra per Moreo, non esce Leali ma Gravillon è ottimo in scivolata a salvare la situazione. Moreo che al 77’ se lo mangia davanti alla porta: cross in area con Valentini sfortunato che scivola. L’attaccante subentrato la appoggia a Leali invece di fare gol. I minuti passano, l’Empoli ci prova dai calci piazzati ma i bianconero tengono ancora resistono fino alla fine vincendo il match.

Il tabellino

ASCOLI-EMPOLI 1-0

ASCOLI (3-5-2): Leali; Gravillon, Valentini, Ranieri (33’st Ferigra); Padoin (24’st Pucino), Cavion, Eramo (19’st Petrucci), Brlek, Sernicola; Ninkovic (33’st Morosini), Scamacca (19’st Trotta). Allenatore: Dionigi.

EMPOLI (4-3-3): Brignoli; Gazzola (16’st Fiamozzi), Sierralta, Romagnoli, Balkovec (41’st Pinna); Frattesi, Ricci, Bandinelli (15’st Zurkowski); Tutino (23’st Moreo), Mancuso, Bajrami (41’st La Mantia). Allenatore: Marino.

Arbitro: Ros di Pordenone.

Rete: 19’pt Eramo.

Ammoniti: Eramo (A), Petrucci (A), Valentini (A), Brlek (A), Trotta (A).

Recupero: 1’pt, 6’st.

 

(foto gentilmente concessa da Lega B)


Articoli più letti della settimana