Arrestati fratelli spacciatori: in casa marjiuana e cocaina

Si tratta di due albanesi di 19 e 17 anni da tempo residenti nel quartiere Agraria di Porto d’Ascoli

Nel pomeriggio del 29 novembre, il personale della Sezione Anticrimine –  Squadra di Polizia Giudiziaria del locale Commissariato di Polizia, a seguito di servizi di appostamento e osservazione effettuati nella zona di Porto D’Ascoli Sud, ha individuato una fiorente attività di spaccio condotta da due fratelli di nazionalità albanese di 19 e 17 anni da tempo residenti in centro.

Gli agenti, nel corso dell’ordinaria attività di pattuglia in abiti civili, avevano notato già dai primi giorni del mese di novembre un singolare andirivieni dall’abitazione dei due giovani, nel quartiere Agraria di Porto D’Ascoli, tale da far ritenere verosimile che fosse stata adibita a centrale di spaccio di sostanze stupefacenti. Pertanto, il 29 novembre, il personale della Squadra di Polizia Giudiziaria del Commissariato  è riuscito ad accedere all’interno della casa approfittando dell’ingresso di uno dei numerosi clienti.

La Polizia ha proceduto poi ad una perquisizione domiciliare all’esito della quale, nella stanza da letto dei due fratelli ha rinvenuti diversi involucri contenenti marjiuana mentre, addosso al fratello minore, sono stati trovati altri 3 involucri di cocaina per un totale di 21 grammi. Nel proseguo delle operazioni, i Poliziotti hanno rinvenuto un bilancino di precisione e numerosi ritagli in cellophane destinati al confezionamento delle dosi da spacciare nonché denaro contante e monili in oro dei quali gli indagati non sapevano giustificare il possesso.

La sostanza, il materiale ed il denaro rinvenuto è stato sottoposto a sequestro trattandosi di cose e profitti derivanti da attività illecite. L’attività di Polizia Giudiziaria sopra illustrata, ha consentito di porre fine ad un torbido smercio di sostanze a favore di giovanissimi residenti in zona divenuti clienti abituali della coppia di fratelli albanesi indagati in stato di libertà e segnalati alla Procura della Repubblica di Ascoli Piceno e alla Procura dei minori di Ancona, quali responsabili di concorso in detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS