Appostamenti, minacce, whatsapp a gogo: dipendente pubblico finisce nei guai

L’uomo di 60 anni stalkerizzava la titolare di un negozio in provincia di Fermo con la quale si frequentava: la questura interviene

Stava tormentando la vita ad una donna con cui si frequentava, una titolare di un negozio in provincia di Fermo. Minacce, appostamenti, continui messaggi su whatsapp. E a seguito di innumerevoli denunce è intervenuta la questura. Nei guai un uomo di 60 anni, cittadino di Porto San Giorgio, dipendente pubblico, autore di vari atti persecutori.

Lo stalker nell’arco di pochi mesi aveva sottoposto la donna a ripetute molestie persecutorie che non si erano fermate nemmeno di fronte ai provvedimenti emessi dall’autorita giudiziaria. Incurante di ogni denuncia e misura cautelare il sangiorgese aveva reiterato comportamenti molesti creando nella vittima un forte stato di prostrazione psicologica.

Le molestie consistevano in numerosi messaggi tramite what’s app, dai 10 ai 50 al giorno, appostamenti, irruzioni nel posto di lavoro con atteggiamenti aggressivi, continui passaggi in auto sul luogo di lavoro. In altre circostanze il sottoposto era arrivato anche a minacciare la donna. Di qui la misura di sorveglianza speciale: è scattato il divieto di avvicinamento alla vittima, l’obbligo di rincasare ad una certa ora e di non uscire prima delle 7 del mattino e soprattutto l’obbligo di recarsi presso un ufficio di polizia ad orari prestabiliti un giorno a settimana e si differenzia notevolmente dall’ammonimento che rappresenta semplicemente un invito a cambiare condotta.

Il provvedimento avrà la durata di un anno dalla notifica e in caso di eventuali violazioni potrà essere aggravato sino alla durata di 5 anni anche con l’eventuale prescrizione dell’obbligo o del divieto di soggiorno nel comune di residenza prevedendosi, in caso di ulteriore violazioni, anche l’arresto fuori dei casi di flagranza o il fermo di indiziato di reato.

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS