Appignanese, il sogno diventa realtà

Vittoria sull’Azzurra Mariner e approdo in Promozione

Il sogno è diventato realtà, l’Appignanese scrive la storia batte l’Azzurra SBT sul neutro di Villa San Filippo grazie a una punizione di Gagliardini.Edoardo complice anche una sfortunata deviazione di Mattioli al termine di una partita molto intensa e ricca di emozioni che non ha tradito le attese della vigila e dove alla fine a spuntarla sono i ragazzi di Giulianelli che approdano in Promozione dopo un cammino play-off straordinario che ha visto i mobilieri vincere contro ogni pronostico sempre con una sola rete di scarto prima a San Saverino contro la Settempeda e poi a Camerino nella finale del Girone C prima di chiudere oggi nel migliore dei modi la propria stagione centrando un traguardo storico per tutta la città e la società. Dall’altra parte grandissima amarezza per l’Azzurra SBT di Marco Morelli che dopo essere uscita lo scorso anno in semifinale contro il Casette Verdini si deve arrendere in finale al termine di centoventicinque minuti dove sicuramente i Rivieraschi avrebbero meritato molto di più soprattutto nel primo tempo dove l’Azzurra SBT ha colpito due pali e ha fallito anche un rigore con Schiavi che avrebbe potuto indirizzare la gara su altri binari, ora sarà un estate di riflessioni per la società del presidente Talamonti per cercare di programmare il futuro e ritentare già il prossimo anno il tanto desiderato salto di categoria

Appignanese al via priva degli squalificati Picchio e Gagliardini.Nicola e dell’infortunato Mannucci, dall’altra parte nell’Azzurra SBT Morelli conferma dieci undicesimi della formazione che ha battuto la Cuprense Sabato scorso con Gaetani che viene preferito ad Aloisi dal primo minuto in mezzo al campo. 3′ Alla prima occasione della gara l’Azzurra SBT va vicinissima al vantaggio, cross dalla destra di Orsini sponda di testa di Bolzan Argalia respinge corto la sfera ne approfitta Schiavi che dal limite dell’area di rigore fa partire una gran conclusione con la palla che si stampa sul palo a Pettinari battuto poi sulla ribattuta viene fischiato fuorigioco. 21′ Occasione per i Rivieraschi, punizione dal limite dell’area di rigore di Clementi sulla quale Pettinari deve compiere un grande intervento per evitare la capitolazione andando a levare la sfera diretta all’incrocio dei pali. 31’Calcio di rigore per l’Azzurra SBT, palla sanguinosa persa dell’Appignanese ne approfitta Palladini che entra in area di rigore e viene agganciato sulla linea di fondo da Argalia per il direttore di gara non ci sono dubbi e indica il dischetto tra le vibranti proteste dei Mobilieri, dagli undici metri si presenta Schiavi che spiazza Pettinari ma la sua conclusione si stampa sul palo alla sinistra dell’estremo difensore Mobiliero per la sua grande disperazione. 36′ Ancora Rivieraschi vicinissimi al vantaggio, cross dalla destra di Orsini e colpo di testa di Mattioli che è bravo a prendere il tempo a tutti con la palla che però si stampa sulla traversa poi sulla ribattuta si salva in affanno la difesa dell’Appignanese. 44′ Arriva la prima grande occasione del match per l’Appignanese, corner dalla destra di Montanari e colpo di testa di Argalia che approfitta di un uscita sconsiderata di Perozzi con la palla che però si spegne di pochissimo a lato dando solo l’illusione ottica del goal. E così finisce la prima frazione con le due squadre che vanno a riposo sullo 0 a 0 di partenza

Ripresa. Pronti e via e dopo appena venti secondi l’Azzurra SBT va vicinissima al vantaggio, gran palla in profondità di Bolzan per Palladini che scatta in posizione regolare entra in area di rigore e fa partire una conclusione che supera Pettinari ma non Carbonari che sulla linea di porta con un intervento provvidenziale salva i suoi dalla capitolazione. 2’Arriva la risposta dell’Appignanese, Tarquini riceve palla in area di rigore e fa partire una conclusione con la palla che si stampa all’incrocio dei pali poi sulla ribattuta la conclusione di Camilloni.Matteo viene respinta da Orsini Due minuti più tardi altra grande occasione per i Mobilieri, sponda di testa per Medei che tutto solo in area di rigore da posizione più che favorevole in spaccata non riesce a dare la giusta forza alla traiettoria per battere Perozzi sprecando così una grande opportunità per portare in vantaggio i suoi. 24’Occasionissima per l’Azzurra SBT, gran palla di Bolzan per Tommasi che entra in area di rigore arriva sul fondo e mette la palla a rimorchio per lo stesso Bolzan che fa partire una conclusione sulla quale Pettinari risponde presente sulla ribattuta Mattioli da due passi non riesce a correggere la sfera in rete andando a commettere fallo sull’estremo difensore dei Mobilieri. 37′ Chance per i Rivieraschi, gran giocata di Palladini che evita due avversari poi serve una gran palla a Mattioli che entra in area di rigore e fa partire una conclusione che finisce di poco alta sopra la traversa

Finale di gara che vede l’Azzurra SBT gettarsi in avanti alla ricerca del goal partita con l’Appignanese tutta dietro a difendere il pareggio. E dopo tre minuti di recupero arriva il fischio del direttore di gara che manda le due squadre ai Supplementari visto il risultato di parità a reti inviolate. Primo Tempo Supplementare. Pronti e via e dopo appena quaranta secondi il primo squillo del Primo Tempo Supplementare è dei Mobilieri, cross basso dalla destra di Stura sul quale arriva Camilloni.Matteo che da ottima posizione fa partire una conclusione con la palla che si perde di poco alta sopra il montante. 5′ L’Appignanese trova il vantaggio, punizione da posizione defilata di Gagliardini.Edoardo che disegna una traiettoria velenosa con la palla che complice anche una sfortunata deviazione di Mattioli si insacca in fondo al sacco per la rete che vale l’1 a 0 e che fa esplodere il pubblico di fede biancoazzurra. 7′ Arriva subito la reazione dei Rivieraschi, gran palla in profondità per Mattioli che scatta in posizione regolare entra in area di rigore e trova un delizioso pallonetto che supera Pettinari in uscita ma non Galassi che riesce a deviare la sfera in corner prima che potesse varcare la linea bianca di porta. E senza altre emozioni scorre via il primo tempo supplementare con l’Appignanese che va al mini riposo in vantaggio. Secondo Tempo Supplementare. 2′ Appignanese vicinissima al raddoppio, palla sanguinosa persa da Bolzan ne approfitta Selita che verticalizza subito per Camilloni.Matteo che entra in area di rigore elude l’intervento di Virgili e fa partire una conclusione a giro sulla quale Perozzi si supera andando a deviare la sfera in corner e tenendo così in vita i suoi. 10′ Saltano i nervi in casa Azzurra SBT, Neroni già ammonito protesta eccessivamente dopo un fallo fischiato nei suoi confronti con il direttore di gara che gli mostra il cartellino rosso mandando l’attaccante rivierasco anzitempo sotto la doccia. Finale di gara che vede i Rivieraschi gettarsi in avanti alla ricerca dell’inisperato pareggio che porterebbe la gara ai rigori con i Mobilieri tutti dietro la linea della palla a difendere il vantaggio. E dopo 125 minuti di un infinita partita arriva il triplice fischio del direttore quando può esplodere la festa dell’Appignanese per il salto di categoria insieme ai suoi tifosi accorsi in massa al Comunale di Villa San Filippo.

Appignanese: Pettinari, Stura, Carbonari(27 st Renzi), Gagliardini.Edoardo, Argalia, Galassi, Tarquini, Selita(8 sts Guerrero), Camilloni.Matteo, Montanari, Medei(12 sts Giulianelli). A disposizione: Simoncini, Shoshaj, Guerrero, Marrocchi, Doga, Renzi, Baldinelli, Buldorini, Giulianelli.  All: Valerio Giulianelli

Azzurra SBT: Pierozzi, Orsini, Tommasi, Clementi(35 st Neroni), Piemontese(8 sts Croce), Virgili, Gaetani(35 st Aloisi), Schiavi, Mattioli(10 pts Farias), Bolzan, Palladini. A disposizione: Amici, Camilli, Croce, Aloisi, Trontini, Nespeca, Gagliardi, Neroni, Farias.  All: Marco Morelli

Arbitro: Ledjan Skura di Jesi
Marcatori: autogoal di Mattioli 5 pts
Spettatori: 400 circa
Note: ammoniti Argalia, Virgili, Palladini, Piemontese, Medei, Gagliardini.Edoardo, Neroni, Bolzan, Giulianelli. Espulso Neroni per doppia ammonizione al 10′ del secondo tempo supplementare

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS