Appiccò l’incendio nel condominio dopo lite con la sorella, arrestata 30enne

Mandato di arresto europeo

Nell’ambito dell’attività di prevenzione e repressione diretta a contrastare fatti criminali, i poliziotti della Questura di Ancona, Sezione Criminalità Organizzata, nel primo pomeriggio di oggi (16 febbraio), hanno dato esecuzione ad un mandato di arresto europeo, nei confronti di una cittadina extracomunitaria di 30 anni, ricercata dalle Autorità tedesche per aver causato un incendio all’interno di un condominio, a seguito di un litigio familiare.

All’epoca dei fatti, novembre dell’anno scorso l’odierna arrestata, a seguito di un litigio scaturito per futili motivi con sua sorella, per arrecarle danno, innescò l’incendio del suo appartamento, ubicato all’interno di un condominio in Germania, con altre sei abitazioni, ponendo a rischio l’incolumità di altri cittadini ignari.

All’esito delle formalità di rito relative all’applicazione provvisoria della misura cautelare, l‘arrestata è stata collocata nel carcere femminile di Villafastiggi di Pesaro, a disposizione del Presidente della Corte di Appello di Ancona, in attesa della convalida del provvedimento ai fini dell’estradizione dell’arrestata.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Ultime dalla provincia