Appello di Spazzafumo ai sambenedettesi: “Partecipate al Consiglio sulla sanità”

Acquaroli e Saltamartini a San Benedetto del Tronto sui problemi dell’ospedale

Il sindaco Antonio Spazzafumo chiama a raccolta i cittadini: “Partecipate al Consiglio comunale aperto sulla sanità”.
Dice il primo cittadino: “Giovedì 12 maggio sarà un giorno molto importante per la città di San Benedetto, per i sambenedettesi tutti e per quelli che vivono nel nostro territorio ed in quelli limitrofi. Al consiglio comunale aperto di domani saranno presenti i vertici regionali: il Presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli e l’assessore alla sanità Filippo Saltamartini, per discutere della sanità sambenedettese.

Sarò sintetico: ascolteremo per conoscere la posizione della Regione, molto fluttuante sulla questione, e se ci dovessero essere delle valutazioni in disaccordo, allora penseremo ad una nuova mozione che integri con intelligenza e strategia tutte le varie proposte, per vedere finalmente rispettato il sacrosanto diritto dei sambenedettesi, ma anche degli abitanti dell’hinterland, ad una sanità di livello”.

Continua il sindaco: “Quello che vogliamo è un impegno scritto: preciso e puntuale sia nei fondi reali a disposizione sia nei tempi di attuazione, per darci l’indicazione di quale tipo di ospedale possa esserci in Riviera nel futuro. Vogliamo inoltre che i fondi ed i servizi per la sanità sambenedettese vengano equiparati alla media regionale, con tutto quello che ne consegue positivamente per l’ospedale Madonna del Soccorso.
Tutte le promesse, tutte le garanzie, tutte le parole debbono essere scritte, firmate e – soprattutto – debbono essere realizzate in tempi brevi. Noi tutti vogliamo la stessa cosa e non posso accettare che passi un messaggio di discordia, dissidio e disunione: la questione sanità non è esclusività di nessuna forza politica, ma dei cittadini”.

L’appello: “Associazioni, comitati, sindacati, forze politiche, assessori, onorevoli, cittadini: tutti siamo chiamati domani ad intervenire perché noi – e la rete – avremo sempre memoria di quello che sarà detto, non detto, sostenuto e promesso. Con stile, modo e fermezza facciamo sentire un’unica voce: la nostra!”.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Ultime dalla provincia