Aperti gli scolmatori delle acque piovane, scatta il divieto di balneazione – VIDEO

Tra Ancona e Falconara nuovi versamenti in mare

Il problema è sempre lo stesso, ovvero l’apertura degli scolmatori delle acque piovane. Un problema noto da tempo: ogni volta che piove si ripropone nella zona di via Thon De Revel ad Ancona, a Torrette e nel punto di confine tra il comune di Ancona e quello di Falconara Marittima.

Per evitare che il sistema fognario collassi, ogni volta che piove vengono aperti gli scolmatori che portano in mare le acque piovane e non solo. Basti pensare che dalle parti di via Ponte Manarini ci sono dei canali di scolo che raccolgono anche allacci provenienti dal sistema fognario. Lo scolmatore in questione, già nel 2017, era finito al centro di un’indagine per inquinamento avviata dalla Procura.

Ieri, sono bastate due gocce di pioggia per aprire l’intero sistema e scaricare le acque in mare senza indirizzarle al depuratore. Una scelta le cui conseguenze ricadono sui bagnanti in quanto è scattato per due giorni il divieto di balneazione.

Ti potrebbero interessare

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia