Anthropos super ai campionati italiani di atletica Fisdir: due primati nazionali e 14 titoli 

La staffetta 4x100 dell'Anthropos campione d'Italia

A Pescara tutti gli atleti del sodalizio civitanovese finiscono sul podio

L‘Anthropos di Civitanova Marche sale sul podio con tutti i propri atleti in lizza nella kermesse nazionale post lockdown di atletica leggera organizzata dalla FISDIR. Sabato 10 e domenica 11 ottobre l’impianto Adriatico di Pescara ha ospitato i Campionati Italiani FISDIR. Una manifestazione tricolore a regola d’arte nonostante le difficoltà degli ultimi mesi vissuti tra il blocco delle attività e la lenta ripresa.

Il sodalizio marchigiano ha partecipato con ben 10 atleti affrontando due giorni di gare intense con spirito di socialità e il giusto agonismo sportivo. Attitudine che ha portato uno straordinario bottino di 14 titoli italiani assoluti su 21 gare disputate e persino due nuovi primati nazionali (Casadei nel giavellotto e Vallone nei 10000m).

Nel dettaglio:

Adolf Agyemang di Loreto quarto nei 100m e nei 200m piani;

Gabriele Brengola di Porto Sant’Elpidio Campione Italiano Junior nei 400m piani (secondo assoluto) e bronzo nei 100m;

Luigi Casadei di Ancona (in collaborazione con la Stamura Ancona Asd) Campione Italiano nel Lancio del Giavellotto con nuovo primato italiano a metri 49,45 e bronzo nel Getto del Peso;

Carlo Corallini di Civitanova Marche Campione italiano nel salto triplo e argento nel salto in lungo;

Ndiaga Dieng di Montecassiano (in collaborazione con l’Atletica Avis Macerata) Campione Italiano nei 1500m e negli 800m piani;

Ruud Koutiki di Maltignano (in collaborazione con l’Asa Ascoli) Campione Italiano nei 200m e nei 400m piani;

Federico Mei di Civitanova Marche Campione Italiano nei 5000 m marcia;

Gaetano Schimmenti di Osimo (in collaborazione con l’Atletica Osimo Asd) Campione Italiano nei 100m piani categoria e bronzo nei 200m piani;

Alessio Talocci di Fara in Sabina (in collaborazione con la FarAtletica Asd) Campione Italiano nei Getto del Peso e nel Lancio del Disco;

Fabrizio Vallone di Cinisi (PA), Campione Italiano nei 5000m e nei 10000m con tanto di nuovo primato italiano (32’22″11).

A conclusione anche i due titoli italiani con la staffetta 4×100 (Schimmenti, Brengola, Agyemang e Koutiki) e la staffetta 4×400 (Schimmenti, Brengola, Koutiki, Dieng).

Al seguito del gruppo i tecnici Francesco Marchetti, Pieraldo Nemo, Lucio Pescini, Giuseppe Raffermati, William Sagripanti e Gianmarco Vitagliano.

Altri tecnici che preparano gli atleti sono Andrea Croia, Giorgio Gioacchino, Maurizio Iesari e Marcello Salati.

Entusiasta il presidente dell’Anthropos Nelio Piermattei: “Abbiamo deciso di affrontare il post lockdown con tanto entusiasmo e voglia di esserci per dimostrare che non vogliamo arrenderci alle avversità poste dalla vita sul nostro cammino! Siamo riusciti nel nostro intento e i ragazzi sono stati semplicemente fantastici nello spirito di gruppo, nella gioia di esserci, nella grinta verso la vittoria, nella voglia di divertirsi. I risultati sul campo sono stati di livello assoluto. Ci siamo confermati prima società nell’atletica FISDIR e ringrazio per questo tutti i tecnici, così come le società FIDAL, nostre compagne di viaggio. E ora sotto con le Finali Coppa Italia Lanci di Narni”.

Fabrizio Vallone, neo primatista italiano 10000m
Federico Mei campione nei 5000m marcia
Ndiaga Dieng campione nei 1500m e negli 800m