Animi caldi nel post Ascoli-Pisa

Al Del Duca protagonista in negativo il figlio del tecnico ascolano, Riccardo Sottil, che ha risposto agli insulti dei tifosi

Momenti di ansia e parapiglia ieri sera allo stadio Del Duca di Ascoli. Al termine della sfida che i bianconeri hanno perso contro il Pisa, gli animi sugli spalti si sono riscaldati. Vero, con la pandemia in corso a riempire i seggiolini dello stadio non sono certo migliaia di tifosi ma soltanto pochi accreditati. Tra questi c’era anche il figlio dell’attuale tecnico dell’Ascoli, Riccardo Sottil. Il giovane classe ’99, attaccante del Cagliari di proprietà della Fiorentina, ha sfruttato questo turno infrasettimanale per seguire una gara del padre. Andrea, tecnico del Picchio, non ha forse inscenato la sua miglior partita da coach e a fine gara è stato bersagliato da molte critiche.

Situazione calda non solo tra i tifosi sui social, ma anche appunto in tribuna al Del Duca. Diversi accreditati hanno iniziato ad inveire contro l’allenatore, lanciando anche frasi che a caldo sicuramente sono risultate rabbiose, ma come spesso si sentono sui campi da calcio. Riccardo, ad un certo punto, ha risposto a qualche provocazione andando in soccorso del padre ma questo inevitabilmente è andato a cozzare con la rabbia dei tifosi. Qualche frase di troppo sull’eventuale Serie C e la frittata è fatta.

Per fortuna non si è andati oltre ad insulti e parapiglia, con steward e forze dell’ordine che hanno fatto il proprio lavoro, anche se per un attimo si era temuto il peggio. Riccardo Sottil, insieme a chi era con lui, è stato anche scortato nel parcheggio esterno e, rimasto in auto prima di andare, è stato stabilmente controllato dalla polizia fino alla ripartenza.

error: Contenuto protetto !!