Anderson condanna l’Ascoli ma ancora proteste nel finale

Pucino protesta dopo il triplice fischio

SERIE  B – Battaglia intensa sotto la pioggia dell’Arechi, alla fine vince 1 a 0 la Salernitana di Castori. I bianconeri recriminano un rigore non fischiato al 94′

Cade ancora in trasferta l’Ascoli di Bertotto che sul campo della Salernitana non va oltre l’1-0 a sfavore uscendo dal diluvio campano a mani vuote.

Nel primo tempo la Salernitana parte sicuramente meglio in intensità e voglia di attaccare. Le occasioni non mancano ai granata che al 9′ vanno vicini al gol con una punizione dalla sinistra battuta forte in mezzo con palla deviata in angolo da un ottimo Leali. Al 15′ risponde Bajic, sul centrodestra offensivo rientra e calcia di mancino a giro ma la sfera non ottiene l’effetto sperato e si perde sul fondo. Un minuto più tardi ancora i bianconeri, questa volta con Cavion che tra fortuna e cattiveria sfonda in area di rigore calciando sul primo palo. Attento Belec che blocca la sfera. La pioggia continua a cadere e bagnare l’Arechi quando al 25′ si materializza l’occasione più ghiotta della prima frazione. Tutino sia apre sulla sinistra e dopo un cross deviato torna sul pallone e calcia di potenza. Il destro trova la deviazione di Brosco che manda fuori tempo Leali. A salvare l’Ascoli ci pensa il palo. Ultimo vero tiro dei quarantacinque arriva alla mezz’ora con Pierini che lo prova a giro come Bajic in precedenza ma la sorte è la stessa, ovvero i cartelloni pubblicitari. Aumenta notevolmente l’intensità della pioggia e la prima frazione si chiude in parità con un campo pesante.

Nella ripresa inizia ancora forte la squadra di Castori che dopo due minuti ha l’occasione pazzesca. Schiavone calcia da lontanissimo trovando l’incrocio dei pali. Sull’azione che prosegue, altro tiro di Tutino che trova la super risposta di Leali. La guerra continua. Al 65′ corner per il Picchio con Kragl che crossa perfettamente in direzione secondo palo, Tupta arriva con i tempi giusti ma il suo tiro al volo viene deviato da Belec. Salernitana di nuovo avanti al 71′ con cross dalla destra che trova Djuric. L’airone di testa però mette alto. Il match si decide però all’ottantaseiesimo: il neo entrato Anderson calcia a giro, Leali non è perfetto ed è il gol vittoria per i granata che esplodono di gioia. L’Ascoli però recrimina nel finale. Al 94′ palla in area per Cangiano, colpito nettamente dietro dalla scivolata di Lopez. Il penalty è netto, ma il direttore di gara non convalida. Sfortunato il Picchio nel finale che si vede ancora negata una situazione dagli undici metri. Alla fine a sorridere è la Salernitana.

Il tabellino

SALERNITANA-ASCOLI 1-0

SALERNITANA (4-4-2): Belec; Casasola, Aya, Gyomber, Veseli (76′ Lopez); Kupisz (92′ Karo), Schiavone (83′ Dziczek), Di Tacchio, Cicerelli (76′ Anderson); Tutino (92′ Giannetti), Djuric. A disp.: Adamonis, Mantovani, Iannoni, Barone, Capezzi, Antonucci, Baraye. All. Castori.

ASCOLI (4-3-3): Leali, Pucino, Brosco, Avlonitis, Kragl; Sabiri (1′ st Lico), Saric, Cavion (92′ Cangiano); Tupta (85′ Corbo), Bajic, Pierini (59′ Spendhofer). A disp. Ndiaye, Sarr, Ghazoini, Donis, Matos, Gerbo, Sini, Chiricò. All. Bertotto.

ARBITRO: Giua di Olbia

RETI: 86′ Anderson (S)

NOTE: Ammoniti Di Tacchio (S), Cicerelli (S), Casasola (S), Dziczek (S), Kragl (A). Rec. 0′ pt, 4′ st.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi