Anconitana, in palio la finale di Coppa: dal mercato in De Fabriitis, out Borghetti

Alex Ambrosini, attaccante dell'Anconitana

ECCELLENZA – I dorici oggi pomeriggio alle 18.30 sfideranno, in trasferta, il Porto D’Ascoli: si parte dal 2 a 2. In arrivo il difensore dal Fossacesia

di Claudio Comirato

Primo colpo di mercato per quello che riguarda l’Anconitana. Su precisa richiesta del tecnico Umberto Marino dal Fossacesia formazione che milita nel campionato di promozione abruzzese è in arrivo il difensore centrale Mattia De Fabritiis classe 1992. Si tratta di un giocatore dai piedi buoni, abile di testa e molto rapido in poche parole quello che servirebbe all’Anconitana per fare coppia con Trombetta. Un passato a Teramo e Giulianova, Mattia De Fabritiis per motivi legati al lavoro ha deciso ad inizio stagione di sposare la causa del Fossacesia cosa questa che ha creato un certo interesse nel campionato di Promozione visto il valore del giocatore.

Che Mattia De Fabritiis fosse finito nel mirino dell’Anconitana noi lo avevamo scritto la scorsa settimana con lo stesso giocatore che peraltro venendo ad Ancona anche se per il momento non c’è nulla di ufficiale si tira fuori da una situazione piuttosto complicata per il fatto che il Fossacesia lo aveva messo fuori rosa a causa dello scarso rendimento in campo dovuto alle sirene di mercato. Tesi questa sostenuta dalla società del Fossacesia sulla propria pagina Facebook. Chi invece non vestirà più la casacca dell’Anconitana è Pierluigi Borghetti centrale difensivo arrivato in estate alla corte dell’ex tecnico Davide Ciampelli direttamente dal Tolentino dove aveva vinto il campionato di Eccellenza.

A renderlo noto il presidente dell’Anconitana Stefano Marconi nella serata di lunedi a Radio Tua. Per il resto del mercato gli obiettivi sono sempre gli stessi ovvero Thomas Berra difensore argentino difensore del Cattolica e l’attaccante Vincenzo Liccardi della Scafatese oltre 130 gol in carriera tra eccellenza e serie D. Anconitana che oggi pomeriggio inizio gara ore 18,30 sarà di scena al Ciarrocchi di Porto d’Ascoli per il ritorno della semifinale di Coppa Italia.

All’andata è finita 2 a 2, un risultato piuttosto scomodo per i biancorossi che per accedere alla finale dovranno espugnare con qualsiasi risultato il campo del Porto d’Ascoli o pareggiare segnando almeno 3 reti sempre che non siano necessari i calci di rigore. Dorici che dovranno fare a meno di Giambuzzi per squalifica.

Ti potrebbero interessare

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia