Anconitana, Ciampelli si presenta: “Qui per vincere”

ECCELLENZA – Il nuovo allenatore assicura i tifosi biancorossi: “Con me vedrete anche bel gioco” . Patron Marconi: “Da maggio è stato sempre la nostra prima scelta”

di Claudio Comirato

“Ho sempre sognato di allenare una squadra importante come l’Ancona. Sono qui per vincere il campionato e di certo non mi sottraggo a quelle che sono le mie responsabilità che peraltro fanno parte del mestiere dell’allenatore. Vincere non è mai semplice, per questo motivo sarà importante lavorare bene durante la settimana. La vittoria non è mai dovuta, con questo spirito dobbiamo scendere in campo, rimboccarci le maniche e raggiungere il nostro obiettivo cercando di proporre anche il bel gioco”. Sono queste le prime parole di Davide Ciampelli da allenatore dell’Anconitana, pronunciate in occasione della conferenza stampa che si è tenuta nel pomeriggio di giovedì nei locali della Sida, azienda che si trova in via I° Maggio alla Baraccola. Una presentazione che ha messo al centro dell’attenzione lo stesso Ciampelli che ha poi aggiunto: “La sera antecedente l’incontro con la famiglia Marconi nel mese di maggio, ho subito avvertito delle sensazioni positive. Ancona è una piazza importante per storia e tradizione. Per quello che riguarda il modulo, lo scorso anno a Jesi siamo partiti con il 4-3-3, poi strada facendo abbbiamo optato per un 4-3-2-1, ma il modulo conta davvero poco, la cosa più importante è sapersi adattare a quello che accade in mezzo al campo cercando di modificare in corsa l’assetto della squadra”. A fare gli onori di casa il presidente Stefano Marconi che ha spiegato i motivi che lo hanno portato a scegliere per la panchina dell’Anconitana il tecnico umbro. “In queste settimane nei vari organi di informazione saranno usciti una ventina di tecnici come personaggi vicini ai destini dell’Anconitana. Pura fantasia, con la stragrande maggioranza di queste persone non c’è stato mai un contatto. In realtà avevamo attenzionato solo con tre allenatori, Ciampelli compreso, che però è sempre stato la nostra prima scelta a partire dalla metà di maggio. La panchina l’abbiamo affidata ad un allenatore serio e preparato, uno che sa ascoltare le persone ed è anche un grande motivatore senza dimenticare il suo innato spirito di aggregazione.  Non c’è stato nessun ritardo, le scelte cosi importanti devono essere ponderate e richiedono anche pause di riflessioni che il sottoscritto si è preso assieme al resto del direttivo della società”. Lo stesso Stefano Marconi è tornato sulla questione inerente la nomina del direttore generale incarico poi dato a Matteo Bartoloni. “In un primo momento avevamo parlato con un personaggio poi dopo aver raccolto una serie di informazioni in separata sede ci siamo resi conto che questa persona non avrebbe fatto gli interessi della società e della città di Ancona, almeno per quello che riguarda l’immagine, ma che si sarebbe adoperato per dei fini personali favorendo dei calciatori con cui era in contatto. Il nostro modo di vedere il calcio è diametralmente e per tale motivo abbiamo deciso di promuovere nel ruolo di direttore generale Matteo Bartoloni. Tengo a precisare che non è stata una scelta di ripiego, Matteo in questi due anni passati con noi ha dimostrato tutto il suo valore. Ogni compito che gli è stato affidato, è riuscito a portarlo a termine con successo. Noi come societa puntiamo sui giovani, su gente che ha voglia di fare e di crescere, gente propositiva e innovativa”. A ringraziare per le parole spese dal presidente, è lo stesso Matteo Bartoloni: “La proposta del presidente l’ho accolta con il massimo entusiasmo, farò di tutto per il bene della società. L’entusiasmo non manca cosi come la voglia di portare avanti una serie di progetti circa il radicamento sul territorio dell’Anconitana, iniziative che peraltro sono già partite lo scorso anno”. Lo stesso Bartoloni è poi intervenuto circa eventuali conferme legate ai giocatori che nella passata stagione hanno indossato la maglia dell’Anconitana. “L’unico per il momento ad essere stato confermato per una serie di problemi legati alla logistica familiare è Visciano, la posizione degli altri tesserati verrà analizzata nei prossimi giorni assieme al tecnico a cui verranno dati dei filmati per conoscere meglio ogni singolo elemento”. Alla conferenza stampa era presente anche il copresidente Andrea Marconi, il vice presidente l’avvocato Robert Egidi, l’allenatore in seconda Mattia Pazzi, il responsabile della comunicazione Giuseppe Giannini e Luigi Bontempi della segreteria sportiva.

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS