Ancona-Vis Pesaro termina senza vincitori

Melchiorri in gol dal dischetto (Foto Ancona)

SERIE C – Al Del Conero subito in rete Melchiorri

Dopo tre vittorie consecutive si ferma l’Ancona, punita dall’eccessiva precipitazione in fase offensiva dopo il vantaggio firmato dal protagonista più atteso Melchiorri. Strappa un punto di platino la Vis Pesaro, al terzo risultato utile consecutivo, abile a stringere i denti nelle difficoltà e a risalire la corrente a metà ripresa. Il tecnico dei dorici Colavitto cambia il modulo rispetto alla trasferta di Gubbio con la linea difensiva tornata a quattro che comporta il sacrificio di Camigliano. A centrocampo rientrano dalla squalifica capitan Gatto e Prezioso, preferito a Paolucci. Sull’altro versante Brevi ridisegna l’attacco, privo dell’infortunato Fedato, capocannoniere della squadra con otto reti, e rimasto orfano di Cannavò, ceduto al Padova in prestito. Il riferimento offensivo è l’ex Gerardi, all’Ancona nel 2010 ai tempi della Serie B, supportato da Pucciarelli che avanza il raggio d’azione dopo aver ricoperto il ruolo di mezzala nelle ultime esibizioni. Nella difesa a tre guidata da Tonucci il sacrificato eccellente è Gavazzi, rilevato da Rossoni, mentre Borsoi sostituisce lo squalificato Zoia sulla corsia sinistra con Ghazoini sulla fascia opposta.
L’Ancona sblocca presto il risultato con Melchiorri che esibisce il biglietto da visita sul rigore concesso per un fallo di mano di Coppola, colpito fortuitamente da Bakayoko nel tentativo di liberare. Il vantaggio mette le ali ai dorici, vicini al raddoppio al 24’ con lo stesso ex Perugia, che spara su Farroni in uscita dopo una verticalizzazione da cineteca di Prezioso, e al 26’ con Simonetti che timbra la traversa su un’altra giocata d’alta classe di Melchiorri. È immarcabile l’ultimo acquisto dorico che impegna al 31’ il portiere vissino con un diagonale chirurgico, mentre Petrella sfiora l’incrocio. A inizio ripresa l’Ancona sciupa una nitida chance con Simonetti che non punisce l’errato disimpegno del neoentrato Gavazzi. La formazione di Colavitto si rende pericolosa anche al 62’ con De Santis che non arriva puntuale alla deviazione vincente sul ponte aereo di Mondonico da palla inattiva. Le innumerevoli palle gol sciupate tengono in vita la Vis Pesaro che colpisce alla prima vera opportunità con l’inzuccata ravvicinata di Ghazoini, liberato da Gerardi che sfrutta con il fisico la marcatura troppo leggera di De Santis infrangendo l’imbattibilità di Perucchini durata 533 minuti. Il sorpasso è addirittura sfiorato all’83’ da Ngom, entrato due minuti prima al posto di Gerardi, che alza la mira da posizione invitante. A nulla vale l’assalto finale dell’Ancona, le cui possibilità di vittoria svaniscono sul tentativo debole di Di Massimo, liberato dal traversone di Mezzoni. La striscia vincente del team di Colavitto s’interrompe in modo amaro.

ANCONA – VIS PESARO 1 – 1

ANCONA (4-3-3): Perucchini; Mezzoni, Mondonico, De Santis, Brogni; Simonetti, Gatto (32’st Mattioli), Prezioso (13’st Paolucci); Petrella (32’st Di Massimo), Melchiorri, Moretti. (A disp. Vitali, Piergiacomi, Martina, Bianconi, Camigliano, Lombardi, Spagnoli, Pecci, Barnabà, Fantoni, Basso). All. Colavitto.
VIS PESARO (3-5-2): Farroni; Rossoni, Tonucci (1’st Gavazzi), Bakayoko; Ghazoini, Aucelli (27’st Astrologo), Coppola, Di Paola (43’st Venerandi), Borsoi (36’st St Clair); Pucciarelli, Gerardi (36’st Ngom). (A disp. Campani, Nina, Sanogo, Garau, Valdifiori, Gega). All. Brevi.
ARBITRO: Longo di Cuneo.
RETI: 20’pt Melchiorri (rig.), 23’ st Ghazoini.
NOTE: ammoniti Rossoni, Coppola, Mezzoni, Gerardi, Prezioso, Tonucci, Gatto, Moretti, St Clair, Di Massimo; corner 6-0; recupero 2’pt e 6’st; spettatori 3100.

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS