Ancona, un piccolo passo avanti

SERIE C – I dorici pareggiano in casa del fanalino di coda Rimini

Rimane per la terza giornata di fila senza vittoria l’Ancona, illusa dal guizzo di Basso. La missione di allontanarsi dalla zona calda non riesce perché il fanalino di coda Rimini risale la corrente nella seconda frazione (trend tristemente noto ai dorici) interrompendo il momento nero e centrando il primo punto dall’avvento di Troise in panchina. Privo degli squalificati Barnabà e Peli, con capitan Gatto al rientro in panchina dopo il problema muscolare, il trainer biancorosso Donadel schiera per la prima volta titolare Pellizzari, preferito a Cella nel trio difensivo. L’altra variazione rispetto all’undici proposto contro la Carrarese è rappresentata da Clemente che agisce a destra con Martina sull’out mancino. Non cambia l’assetto dell’attacco, dove Cioffi ha il compito di rifornire Spagnoli. Senza Cernigoi e Delcarro, ex della contesa come Tofanari che parte dalla panchina, il nuovo mister dei romagnoli Troise dispone a tre la retroguardia, la più bucata del campionato con 22 gol incassati, rilanciando Pietrangeli e Acampa e cambia l’attacco con Lamesta al fianco di Ubaldi.

La supremazia territoriale dell’Ancona nella prima frazione produce il tentativo da posizione invitante di Cioffi sugli sviluppi di un corner e la punizione alta di Basso. Serve un intervento provvidenziale di Perucchini per sventare l’affondo di Ubaldi, mentre Pellizzari alza la mira di testa sul traversone di Paolucci. Il meritato vantaggio dorico arriva poco prima dell’intervallo con Basso, al secondo centro in campionato dopo quello nel derby contro la Vis Pesaro, che capitalizza il ponte aereo di Spagnoli su servizio di Martina. Nella seconda frazione Troise ridisegna il Rimini passando al tridente e i frutti si vedono presto con il rigore causato dal tocco di mano di Martina sugli sviluppi della punizione di Lamesta corretta da Tofanari e trasformato dal neoentrato Morra che spiazza Perucchini. L’Ancona si rende insidiosa col calcio piazzato fuorimisura di Cioffi e col colpo di testa di Pellizzari parato da Colombi. I romagnoli replicano con Lamesta che approfitta dell’errato disimpegno di Marenco trovando però l’uscita puntuale di Perucchini. L’ultimo brivido lo regala Morra sulla ripartenza di Capanni, ma il risultato non cambia più. La squadra di Donadel deve accontentarsi del piccolo passo avanti.

RIMINI – ANCONA 1 – 1

RIMINI (3-5-2): Colombi; Pietrangeli, Gigli (33’st Semeraro), Lepri; Iacoponi (1’st Tofanari), Megelaitis, Langella, Lombardi (41’st Rosini), Acampa (1’st Capanni); Lamesta, Ubaldi (1’st Morra). (A disp. Colombo, Passador, Gorelli, Stanga, Accursi, Bouabre, Leoncini, Selvini). All. Troise.
ANCONA (3-5-2): Perucchini; Pellizzari (40’st Energe), Dutu, Marenco; Clemente (33’st Gavioli), Nador (1’st Gatto), Basso, Paolucci, Martina; Cioffi, Spagnoli (40’st Kristoffersen). (A disp. Vitali, Testagrossa, Cella, Agyemang, Radicchio, Mattioli, Saco). All. Donadel.
ARBITRO: Manzo di Torre Annunziata.
RETI: 43’pt Basso, 15’st Morra.
NOTE: ammoniti Gigli, Lepri, Marenco, Clemente; corner 2-13; recupero 1’pt e 4’st; spettatori 3645 di cui 2200 abbonati.

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS