Ancona, nomine al comando della Polizia Municipale: bufera in arrivo

A dirigere il nucleo di Polizia Giudiziaria è stato chiamato Oscar Di Benedetto al posto di Marco Caglioti

E’ l’ufficiale più alto in carica per anni di servizio al comando della Polizia Municipale, ha portato a termine numerose indagini, martedì prossimo riceverà un encomio da parte dell’amministrazione comunale in occasione dell’annuale festa del corpo per l’attività svolta ma il maggiore Marco Caglioti non potrà più dirigere il nucleo di Polizia Giudiziaria. La decisione è stata presa dall’amministrazione comunale che ha optato per Oscar Di Benedetto alla guida del nucleo di polizia giudiziaria al posto di Marco Caglioti. Decisione che di certo non si può considerare come un fulmine a ciel sereno per il semplice fatto che da tempo l’amministrazione comunale sembra aver messo nel mirino proprio il nucleo di polizia Giudiziaria. Una presa di mira che senza dubbio ha diverse chiavi di lettura tra queste le tante indagini che potrebbero aver messo in affanno la stessa amministrazione comunale. L’ultima in ordine di tempo partita dietro una segnalazione anonima la questione legata ai locali della biblioteca comunale risultati non a norma. Tra le indagini ritenute scomode l’occupazione abusiva di immobili di proprietà del comune da parte di alcune persone poi identificate dallo stesso Nucleo di Polizia Giudiziaria. Una sezione quella diretta dal maggiore Caglioti che negli ultimi mesi era stata ridotta ai minimi termini in fatto di effettivi fino a che non è arrivata la determina a firma del comandante della Municipale Liliana Rovaldi che ha deciso la riassegnazione dei ruoli. Decisione che all’interno del comando ha creato un clima piuttosto elettrico al punto tale che l’intera vicenda potrebbe essere solo all’inizio con il diretto interessato che potrebbe anche affidarsi ad un legale. Tra gli aspetti da chiarire la posizione organizzativa che a differenza degli incarichi dirigenziali non è una carica fiduciaria. In poche parole spetta al dirigente attribuire questa mansione in base alle competenze professionali e all’esperienza maturata. Sull’intera vicenda è intervenuto Luca Talevi della Cisl: < Le scelte prese dal comando in materia di posizione organizzativa confermano quanto da tempo appare evidente. Il comando non crede più nella polizia giudiziaria oramai ridotta ad un paio di unità. Se cosi stanno le cose almeno lo si espliciti chiaramente dal punto di vista organizzativo ed operativo >. Per quello che riguarda gli altri incarchi Daniela Polenta è stata assegnata alla direzione dell’ufficio verbali mentre Luca Martelli alla viabilità.

Franco Cameli
Author: Franco Cameli

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS