Ancona, mercato chiuso con una cessione dolorosa

SERIE C – L’addio di Simonetti lascia scontenta la piazza

Si è concluso con l’inattesa cessione del pezzo più pregiato della rosa il mercato dell’Ancona che ha operato un profondo restyling rispetto alla scorsa stagione abbassando sensibilmente l’età media. Non è stata accolta bene dai tifosi la partenza verso Benevento di Simonetti, giovane e con notevoli margini di crescita davanti, che in molti pensavano potesse da subito spiccare il volo in Serie B. La cessione della mezzala, devastante negli inserimenti e col vizio innato del gol, si aggiunge alle altre illustri del difensore Camigliano e dell’esterno offensivo Petrella, perfezionate nell’ultima settimana. In precedenza erano stati congedati anche gli altri attaccanti Moretti e Lombardi (al Brindisi), il centrale De Santis (al Pineto) e soprattutto il trequartista Di Massimo (al Gubbio), senza dimenticare il ritorno al Napoli per fine prestito di Mezzoni, poi girato al Perugia. I big rimasti dello scorso campionato sono il portiere Perucchini, il laterale sinistro Martina, i centrocampisti Gatto e Paolucci e la punta centrale Spagnoli.

L’ossatura è stata ricostruita con tanti millenials e pedine in cerca di consacrazione, adatte al credo tattico di Donadel, ma chiamate ad acquisire in fretta il mestiere in un girone di ferro vista la presenza di Spal, Perugia, Cesena, Entella e diverse altre. Ben tre pedine prelevate al fotofinish provengono dalla Pro Vercelli: il difensore Macchioni, il laterale destro Clemente e il centrocampista Saco Coli di scuola Napoli. In difesa il leader sarà Cella (dalla Virtus Verona) con Dutu (dalla Reggina), Marenco (dalla Viterbese) e Macchioni in marcatura. Nella zona nevralgica i volti nuovi sono Nador (dal Montevarchi) oltre a Gavioli (dalla Pro Patria) e Coli, mentre Peli (ex Pontedera) e Clementi si giocheranno il posto sull’out destro e Agyemang (ex Imolese) sarà l’alternativa di Martina sulla corsia opposta. In attacco il gigante Kristoffersen (ex Virtus Verona) sarà l’alter ego di Spagnoli con Mattioli utile ricambio. Alla fantasia dovranno contribuire Cioffi (ex Pontedera) e Energe (ex Carrarese). In definitiva è stata allestita una rosa dalla carta d’identità colorata di verde, ma con buona qualità. Basterà per scrivere pagine importanti in un campionato così tosto? Da stasera (ore 20.45) nella tana della Virtus Entella sono attese le prime risposte.

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS