Ancona, altra delusione

Foto Ancona

SERIE C – La Juventus, fino ad oggi a 0 punti, vince 2 a 1 in casa dei Dorici

Adesso è crisi davvero. L’Ancona perde anche con la Juventus Next Gen, inchiodata a zero nelle prime tre gare disputate, resta nei bassifondi della classifica e alimenta gli interrogativi sulle potenzialità di un organico ringiovanito e depauperato di pezzi importanti nel mercato estivo. Gli errori in fase offensiva e gli affondi di Yildiz e Cerri scaraventano al tappeto i dorici, ai quali non basta la buona volontà per uscire dal tunnel. Non pagano le mosse di Donadel che schiera per la prima volta titolare Kristoffersen insieme a Spagnoli avanzando la posizione di Peli e sacrificando in panchina Energe. A centrocampo torna titolare Gatto in cabina di regia, mentre Agyemang viene preferito a Martina sulla fascia sinistra. In difesa la novità è rappresentata da Dutu, recuperato dall’infortunio, che rileva Barnabà. Tra i pali di nuovo titolare Vitali che sostituisce per la terza giornata di fila l’infortunato Perucchini. Dall’altra parte Brambilla presenta il gioiellino Yildiz a sostegno di Guerra e Cerri con Stivanello che vince il ballottaggio sull’esperto Poli al centro della retroguardia a tre.
La Juve Next Gen punge subito con Turicchia che taglia la difesa dorica ma sbatte sui riflessi di Vitali. L’infortunio a capitan Gatto obbliga Donadel a ridisegnare subito l’assetto della zona nevralgica con l’inserimento di Saco che sfiora il gol alla prima avanzata su servizio di Paolucci. I bianconeri passano in vantaggio con Yildiz, più volte convocato anche da Allegri in prima squadra, che fulmina Vitali con un proiettile dalla distanza. Il pareggio è raggiunto tre minuti dopo da Spagnoli, abile a finalizzare di piatto l’intuizione di Paolucci. A inizio ripresa l’Ancona accarezza il sorpasso prima con la deviazione di Kristoffersen sugli sviluppi di un corner, neutralizzata nei pressi della linea bianca, poi con il diagonale di Peli, che mette i brividi a Daffara su servizio invitante di Basso. Il portiere bianconero compie un prodigio su Paolucci e sulla ripartenza l’Ancona viene trafitta da Cerri, ispirato dal solito Yildiz. Il pareggio è negato da un nuovo balzo felino di Daffara su Kristoffersen e fallito all’ultimo assalto dal neoentrato Energe su traversone di Martina, altro giocatore inserito dalla panchina. La squadra di Donadel esce sconfitta per la terza volta negli ultimi quattro incontri.

Il tabellino della partita.

ANCONA – JUVENTUS NEXT GENERATION 1 – 2

ANCONA (3-4-3): Vitali; Dutu (36’st Pellizzari), Cella (36’st Energe), Marenco; Basso, Paolucci, Gatto (10’pt Saco), Agyemang (28’st Martina); Peli, Kristoffersen (36’st Mattioli), Spagnoli. (A disp. Testagrossa, Braghetti, Nador, Useini, Clemente, Barnabà, Gavioli). All. Donadel.
JUVENTUS NEX GENERATION (3-4-1-2): Daffara; Savona, Stivanello, Muharemovic; Mulazzi, Comenencia, Salifou, Turicchia; Yildiz (33’st Nonge); Guerra (33’st Mbangula), Cerri (36’st Mancini). (A disp. Scaglia, Maressa, Nonge, Poli, Ntenda, Mancini, Citi, Damiani, Valdesi, Doratiotto, Perotti). All. Brambilla.
ARBITRO: Canci di Carrara.
RETI: 39’pt Yildiz, 42’pt Spagnoli, 21’st Cerri.
NOTE: ammoniti Kristoffersen, Gatto (dalla panchina), Cella, Stivanello; recupero 3’pt e 4’st; spettatori 4200 circa.

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS