Ancona, a 5 anni scrive una lettera ai Carabinieri: “Vi sono vicino”

Il piccolo ha lasciato il biglietto davanti alla caserma di Brecce Bianche

Buona sera, mi chiamo Matteo, ho 5 anni, volevo farvi sentire che vi sono vicino in questo periodo triste… Soprattutto oggi! Il mio babbo è un Carabiniere e io sono molto orgoglioso di lui. Vi voglio tanto bene, Matteo”.

Sono queste le parole del piccolo anconetano scritte in una lettera e consegnate insieme ad un fiore avvolto in un nastro bianco davanti al cancello della caserma dei Carabinieri di Brecce Bianche. Un gesto di solidarietà inaspettato che ha commosso i militari e un omaggio a Mario Cerciello Rega, il vicebrigadiere dei carabinieri ucciso da un turista americano a Roma. Dal 26 luglio sono state tante le lettere e le telefonate di solidarietà giunte ai Carabinieri.