Anche a Macerata la mostra “C’è qualcuno che ascolta il mio grido? Giobbe e l’enigma della sofferenza”

L’esposizione resterà aperta fino al 3 febbraio

E’ ancora possibile visitare a Macerata, presso la Galleria Antichi Forni, la mostra dal titolo “C’è qualcuno che ascolta il mio grido? Giobbe e l’enigma della sofferenza”.

Promossa dal Centro Nuova Cultura di Macerata e dal Circolo culturale Colsalvatico di Tolentino, la mostra, con ingresso libero, resterà aperta fino a domenica 3 febbraio, dalle ore 9 alle 13 e, nel pomeriggio, dalle ore 15 alle 20.
Nell’incontro di apertura, sabato scorso, in una sala gremita presso il teatro Don Bosco, sono risuonate le domande radicali sulla presenza del male e della sofferenza innocente, che da sempre interrogano l’uomo nel tentativo di incontrare una risposta o di negarla. “La domanda sul perché appartiene a tutti – ha sottolineato Carmine Di Martino, docente di Filosofia della conoscenza presso l’Università degli studi di a Milano –  ma occorre un interlocutore perché questa domanda possa venire a galla”.

La mostra, divisa in sei sezioni, ha visto la presenza di un buon numero di visitatori, come di scolaresche che hanno approfondito il tema esposto nei cinquantadue pannelli in esposizione con la riproposizione della questione della sofferenza ed il grido di Giobbe in dialogo con il grido dei nostri contemporanei.

Alessandro Molinari
Author: Alessandro Molinari

Sono un amministratore

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Tag
Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS