Amazon: il Comune di Jesi approva variante per hub logistico

Sindaco Bacci: “Atto necessario per ripresa trattative”

Con una delibera di giunta, il Comune di Jesi ha approvato una variante urbanistica che potrebbe riprendere le fila dell’insediamento di un hub logistico Amazon da 60mila mq in zona Interporto Marche, rimasto al palo dopo l’interruzione dei rapporti tra il centro intermodale e Scannell, sviluppatore del progetto per conto del gigante dell’e-commerce.

L’atto dà seguito alla richiesta del nuovo cda di Interporto Marche spa (formato dagli imprenditori Massimo Stronati, Roberta Fileni e dal segretario di Confartigianato Gilberto Gasparoni), che lunedì, pochi giorni dopo il suo insediamento, ha invitato il Comune ad avviare la procedura urbanistica per accogliere il polo logistico.
“Abbiamo adottato la variante per favorire l’insediamento di questo centro di smistamento che dovrebbe essere utilizzato da una grande società internazionale di e-commerce”, ha dichiarato all’Ansa il sindaco di Jesi, Massimo Bacci.

“Essendo una variante voluta da privati – ha chiarito – abbiamo atteso il consenso di tutti i soggetti interessati. A questo punto sarà Interporto che dovrà chiarire la posizione contrattuale con chi svilupperà la struttura. Da parte nostra, abbiamo fatto la procedura amministrativa necessaria affinché il sito sia ripreso in considerazione per il polo logistico“. Il Comune di Jesi fa sapere che si dovranno comunque attendere 50 giorni tra l’adozione della variante e l’approvazione dell’atto per le eventuali osservazioni.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Ultime dalla provincia