Amarezza Ascoli

SERIE B – Al Del Duca passa il Palermo

di Cristiano Pietropaolo

L’Ascoli cade al “Del Duca” per mano del Palermo per 2 a 1. Le reti rosanero sono ad opera di Brunori. Per l’Ascoli a segno Forte. Bucchi decide di schierare Gondo al posto di Forte dall’inizio, al suo fianco opera Ciciertti. In mezzo debutta Proia, con Buchel al suo fianco. Corini decide per la coppia d’attacco Brunori-Di Mariano.

Al 1° colpo di testa di Nedelcearu che esce lontano dalla porta di Leali, mentre Gondo all’8 impegna Pigliagcelli con un tiro insidioso ribattuto con difficoltà dal portiere. Poco dopo è Proia a colpire di testa, para Pigliacelli. Al 13′ brivido per l’Ascoli con Brunori che da due passi fallisce l’aggancio con un pallone che poteva andare in porta. Poco dopo va in vantaggio il Palermo con Brunori, abile a proiettarsi in area e batte Leali con un tiro che si infila vicino al palo del portiere. Palermo ancora pericoloso con una bordata di Valenti, respinta da Leali. I tifosi, intanto solidarizzano con i supporters ospitiper la vicenda del rinvio della partita con lo striscione “Il calcio è della gente, solidarietà ai tifosi palermitani”. Al 29′ tiro di Di Mariano respinto da Leali, che poco dopo va vicino al 2 a 0 con una bordata che esce di poco. Il tiro di Buchel al 31′ è deviato in angolo dalla difesa siciliana: sul corner colpo di testa di Gondo respinto in corner da Pigliacelli. Tre minuti dopo tiro di Buchel parato dal portiere rosanero. l’Ascoli cerca una reazione ma la squadra non agisce come dovrebbe. Al 37′ tiro di Falasco respinto da Pigliacelli. Allo scadere, punizione debole di Ciciretti parata da Pigliacelli, mentre Leali, pochi secondi dopo, blocca un pallone in area. Piovono fischialla fine del primo tempo al “Del Duca”, i tifosi non sono affatto soddisfatti,

Al 49′ Palermo vicino al raddoppio con un colpo di testa di Di Mariano che esce di pochissimo. Ci prova Ciciretti su punizione al 52′, palla deviata in angolo e poco dopo il suo tiro di destro esce di pochissimo. Ancora il numero 10 al tiro al 56′, ma ancora una volta il tiro va a lato. Tre minuti più tardi Gondo si fionda verso l’area ma Pigliacelli esce e interrompe l’azione. Leali salva ancora la porta bianconera al 61′ con un colpo di testa di Segre deviato in corner. Bucchi decide di rimediare alla situazione inserendo il neoacquisto Forte e Dionisi per Ciciretti e Gondo. Proprio Forte di testa dopo pochi secondi mette in rete da angolo di Falasco, gol convalidato dal check del Var. Al 69′ Feliciani assegna un rigore per atterramento di Simic su Brunori. Sul dischetto va Brunori, Leali respinge il penalty. Al 70′ rigore per l’Ascoli per l’atterramento di Dionisi, ma il Var decide per l’annullamento del rigore. All’81 arriva il gol del 2 a 1 del Palermo con un tiro a giro di Brunori che si infila alle spalle di Leali. Entrano anche Lungoyi e Mendes per Adjapong e Buchel. Poco dopo esce anche Dionisi, al suo posto Re. Allo scadere tipo di Verre che va altissimo, e poco dopo il tiro di Tutino è parato dal Leali. A fine gara tutta la delusione dei supporter bianconeri anche contro mister Bucchi.

ASCOLI (3-5-2): Leali; Simic, Botteghin, Quaranta; Adjapong (83′ Mendes), Collocolo, Buchel (83′ Lungoyi), Proia, Falasco; Ciciretti (62′ Forte), Gondo (62′ Dionisi 85′ Re). A disp.: Bolletta, Guarna, Donati, Giordano, Falzerano, Eramo, Tavcar, All.: Bucchi.

PALERMO (3-5-2): Pigliacelli; Mateju, Nedelcearu, Marconi; Valente (85’Orihuela) , Segre ( 73’Verre), Damiani (73′ Broh), Saric, Saia; Brunori ( 85′ Soleri), Di Mariano ( 65′ Tutino). A disp.: Grotta, Massolo, Tutino, Buttaro, Lancini. All.: Corini.

Reti: 17′ 81′ Brunori, (P), 63′ Forte (A).

Ammoniti: Mateju, Nedelcenaru (P).

Espulsi : al 35′ st allontanato dalla panchina Marotta (P), preparatore portieri.

ARBITRO: Feliciani di Teramo.

Andrea Busiello
Author: Andrea Busiello

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS