Altobello, è bello essere in alto: “Vigor Castelfidardo benissimo anche nel girone B”

Altobello torna al gol

PROMOZIONE – L’attaccante in gol nel successo con il Casette Verdini, ora l’Appignanese bestia nera. Anconetani a -2 dalla capolista Matelica

Ha aperto il 2024 con una vittoria che la tiene incollata a due punti di distanza dal Matelica la Vigor Castelfidardo, superando 2-0 il Casette Verdini al Gabbanelli in una gara in cui i ragazzi di Manisera, pur se in formazione rimaneggiata, sono riusciti a fare bottino pieno. L’attaccante della Vigor Francesco Altobello è stato l’autore della rete su calcio di rigore che ha sbloccato la gara dopo dieci minuti del secondo tempo: “Quando si torna dalle feste natalizie è sempre un po’ un’incognita la prima partita, ma siamo stati bravi a reagire in modo positivo ai diversi problemi incontrati durante la sosta – ci racconta Francesco – con tanti influenzati che ci hanno costretto anche ad allenarci in pochi. Il Casette Verdini è una squadra molto forte e non merita quella posizione di classifica, però chi è sceso in campo ha dato il meglio di sé e quindi siamo riusciti a portare a casa la vittoria”.

Dopo essere inizialmente riuscita a imporre il proprio gioco, come capita spesso alla Vigor, sfiorando anche il vantaggio dopo due minuti con una gran botta di Terrè che ha centrato il palo, nella seconda metà del primo tempo la squadra di Lattanzi era riuscita bene a limitare la manovra dei padroni di casa: “Nei primi venti minuti siamo stati padroni del gioco, però le partite sono fatte di momenti in cui volte capita di dover soffrire e poi ci sono quelli in cui si può far male – prosegue Altobello che in una ripresa iniziata in maniera frenetica ha rotto l’equilibrio del match restando freddo dagli undici metri – In quel momento era fondamentale far gol. Anche questo è un lato delle tante caratteristiche importanti per una punta e che curo molto anche in allenamento perché credo che un attaccante debba essere completo in ogni aspetto. Dopo si sono creati più spazi perché loro cercavano di rimediare e noi, col gioco che esprimiamo, facciamo spendere tante energie agli avversari così in certe fasi della gara riusciamo a sfruttare i momenti di difficoltà anche fisica degli avversari per trovare qualche spazio di più”.

Alla seconda di ritorno la Vigor si ritroverà davanti l’Appignanese che ha costretto la Vigor a rinunciare ad inseguire il terzo successo consecutivo nella Coppa di Promozione:” L’Appignanese è una squadra molto più che ostica. L’abbiamo già affrontata tre volte questa stagione, con il doppio confronto in Coppa che ci è costato l’eliminazione, quindi ce la ricordiamo molto bene. Loro sono una squadra che ha le caratteristiche tipiche delle formazioni del girone B quindi sarà molto importante entrare in campo con la giusta mentalità – osserva Altobello che è uno tra i giocatori della Vigor ad aver già fatto esperienza in questo raggruppamento avendo vestito la maglia del Trodica prima di arrivare a Castelfidardo – Sapevo dell’agonismo che c’era nel girone B, ma non è il solo fattore importante, perché si trovano più squadre anche con tifoserie organizzate, come il Potenza Picena, il Trodica, la Sangiorgese, piazze abbastanza calde a cui qualcuno potrebbe non esser abituato, perché sono situazioni meno frequenti nell’altro girone e fa un certo effetto che potrebbe condizionare la prestazione in campo – conclude Francesco – è una cosa che quando sono stato al Trodica mi ha colpito e stimolato molto, facendomi rimanere affezionato all’ambiente”.

Sergio Brizi
Author: Sergio Brizi

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS