“Alleno calciatori con fragilità, alla prima disattenzione ci sciogliamo”

Mister Colavitto Foto U.S. Ancona

SERIE C – Altra sconfitta per l’Ancona, Colavitto: “Stiamo vivendo un’annata particolare, per questo sarà più bello raggiungere la salvezza che sembra un traguardo scontato ma non è affatto così

“Alleno giocatori con alta percentuale di fragilità e su questo aspetto non sto incidendo. Alla minima disattenzione veniamo puniti e ci sciogliamo perdendo partite che sembravamo dominare”. Ha ammesso le proprie mancanze in conferenza stampa Gianluca Colavitto, tecnico di un’Ancona che continua a dissolversi nella ripresa dopo primi tempi all’altezza della situazione. Era accaduto a Vercelli contro il Sestri Levante e ad Alessandria contro la Juventus Next Gen, la storia si è ripetuta sabato scorso contro il Rimini, in grado di segnare tre reti in sei minuti capovolgendo con autorità lo svantaggio iniziale. “Stiamo vivendo un’annata particolare, per questo sarà più bello raggiungere la salvezza che sembra un traguardo scontato ma non è affatto così. È la terza volta che gli avversari ci fanno lo scherzetto ribaltando il risultato: qualcosa non quadra e io non sono riuscito a eliminare questo difetto. Mi assumo le responsabilità da quando sono arrivato, ma non penso minimamente di avere colpe”. Gli infortuni di Pellizzari e Martina unite alle squalifiche di Clemente e Paolucci non bastano per giustificare lo scivolone che complica il cammino verso la salvezza. “Le assenze non rappresentano una scusante. I giocatori che mancavano contro il Rimini in altre occasioni c’erano e la musica non era certo diversa. Archiviamo la sconfitta nella speranza che non lasci scorie e che ci sia una pronta reazione, come accaduto in altre circostanze”.

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS