Alfonsi gode “e abbiamo un grande capitano”, Lattanzi chiede scusa ai tifosi

Il post Maceratese-Civitanovese nelle parole dei tecnici

Nel post gara del derbissimo Maceratese-Civitanovese (terminato 3 a 1 in favore dei rossoblù) abbiamo raccolto le impressioni dei due tecnici. Da una parte l’allenatore della Civitanovese Sante Alfonsi esprime tutta la propria soddisfazione per la terza vittoria consecutiva della sua squadra esaltando la prestazione dei suoi ragazzi: “È stata una vittoria meritata perché abbiamo avuto tante occasioni, abbiamo giocato palla a terra facendo quello che avevamo preparato in settimana. Il goal e il rigore iniziale mi hanno un po’ preoccupato perché non sapevo la reazione dei miei ragazzi dopo appena cinque minuti invece i ragazzi sono stati fantastici hanno reagito alla grande e alla fine abbiamo conquistato una bella vittoria anche per tutti i tifosi che c’erano. Noi abbiamo un grande capitano che è Michele Paolucci che ha accettato la mia scelta e sappiamo quanto gli è costato accettare la mia scelta perché penso che quando glielo ho comunicato mi voleva ammazzare però poi la ha accettata e ha caricato ed è stato vicino alla squadra e quando è entrato ha fatto il suo e io non posso che ringraziarlo tantissimo perché la Civitanovese ha un grande capitano. Sicuramente il morale è alto però non abbiamo fatto niente il nostro obiettivo è pensare di domenica in domenica. Adesso ci godiamo questa vittoria poi da Martedì iniziamo a preparare la gara contro l’Atletico Azzurra Colli che sarà un’altra partita difficile però sicuramente andiamo al campo molto felici perché le vittorie fanno lavorare molto bene. È stata un’emozione indescrivibile festeggiare la vittoria con i propri tifosi che sono stati fantastici e ci hanno seguito in tanti e noi come ho detto ai ragazzi dovevamo regalare una gioia a questi tifosi che la meritavano tutta e vederli cantare felici in curva è stato un grande orgoglio per me, per la squadra, per il presidente e per tutta la società”.

Roberto Lattanzi

Dall’altra parte c’è tutt’altro umore in casa Maceratese con l’allenatore Roberto Lattanzi che analizza così la terza sconfitta consecutiva maturata dalla sua squadra: “Il risultato è troppo roboante perché chiaramente giocare davanti questo pubblico nel derby e poi perdi ovviamente si sente molto di più. Nella partite precedenti non credo che la Maceratese meritasse la sconfitta se andiamo a vedere gli episodi che hanno causato i goal presi e credo che abbiamo da recriminare su tante cose anche se non cerco assolutamente alibi perché questa squadra è una squadra che può sicuramente fare meglio ma in questo momento sta trovando qualche difficoltà nel trovare risultato e quindi dovremmo trovare altre soluzioni e lavorare in modo diverso. È una partita troppo brutta perché quando perdi un derby così in casa davanti ai tuoi tifosi bisogna solo parlare il meno possibile fare i complimenti all’avversario e chiedere scusa ai tifosi che meritano sicuramente una squadra sempre vincente però quello che posso dire è che i ragazzi c’è l’hanno messa tutta in settimana per fare una buona prestazione. Quello che è mancato oggi sono degli episodi che hanno condizionato fortemente la gara perché loro con due conclusioni e non molto di più sono riusciti a portarsi in vantaggio e poi sono stati bravi a gestire la gara nel migliore dei modi poi ovviamente nel secondo tempo devo imputare poco ai ragazzi perché ci siamo sbilanciati in avanti e lì potevamo rischiare anche di prendere la terza marcatura come è accaduto. Io sono abituato che dopo le sconfitte si è sempre rimboccato le maniche perché dalle sconfitte si impara molto e ora bisognerà analizzare a livello tecnico-tattico cosa è mancato”.

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS