Al via la pulizia delle spiagge, AnconAmbiente: “Fra i rifiuti tante mascherine e guanti”

Gli interventi sul litorale a Nord di Ancona

Con l’avvicinarsi dell’inizio della stagione balneare prevista per il 29 maggio, AnconAmbiente ha avviato, a partire da questa settimana, l’attività di pulizia delle spiagge di propria competenza. Gli interventi effettuati si sono concentrati sul litorale a Nord di Ancona, sulla spiaggia di Palombina, e hanno riguardato la rimozione di tutti i rifiuti ingombranti e i grandi tronchi d’albero, sono stati puliti anche tutti i bagni pubblici che durante il periodo invernale rimangono chiusi. Lunedì 25 maggio si procederà con il rastrellamento a mano dell’arenile così da perfezionare tutto l’intervento.

“A partire dal 18 maggio e l’avvio della Fase 2 abbiamo da subito messo a regime le nostre attività ordinarie – ha dichiarato Roberto Rubegni Amministratore Delegato di AnconAmbiente S.p.A. – uno sforzo organizzativo notevole dato che abbiamo dovuto recuperare rapidamente i servizi sospesi durante la fase di lockdown. Da lunedì sono perfettamente operativi tutti i CentrAmbiente delle città di Ancona, Fabriano, Sassoferrato e Serra De’ Conti e, contemporaneamente, sono iniziati i lavori di pulizia e mantenimento del decoro delle spiagge. Abbiamo concentrato l’attività sul litorale di Palombina colpito dalle mareggiate invernali così da renderlo fruibile anche per chi vorrà fare attività motoria in questo fine settimana. Fra i rifiuti che abbiamo raccolto segnalo la presenza di mascherine e guanti monouso, la raccomandazione che mi sento di fare è quella che nei giorni a venire nessuno abbandoni rifiuti di questo genere sulle spiagge in maniera indiscriminata. Come detto in più occasioni questo particolare tipo di materiale deve essere smaltito all’interno delle proprie abitazioni nel bidone dell’indifferenziata chiuso in un sacchetto di plastica”.

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia