Al Del Conero vincono anche i tifosi, famiglie con bambini allo stadio: colpo d’occhio bellissimo

Padre con figlio allo stadio (foto di Gianmaria Matteucci)

SERIE C – L’entusiasmo della Lega Pro e i risultati dell’Ancona Matelica fanno eco in tutta la città e il popolo biancorosso risponde presente

(foto di Gianmaria Matteucci)

Potremo raccontarvi di un Gaetano Fontana, tecnico dell’Imolese, che in sala stampa si è lamentato della direzione di gara e del fatto che un giocatore della sua squadra sia stato aggredito dalla panchina dell’Ancona Matelica. In alternativa di Gianluca Colavitto, tecnico dell’Ancona Matelica, che ha negato l’accaduto e che invece ha fatto i complimenti alla squadra avversaria per come ha interpretato la gara invitando tutti a rimanere con i piedi per terra.

Ma il vero vincitore di questa sfida contro l’Imolese è stato il pubblico di Ancona che ha toccato le quasi 2600 presenze al Del Conero. Un sabato di festa, ma la cosa più bella è stato vedere le tante famiglie entrare allo stadio, molte di queste con bambini al seguito. Erano anni che non si vedevano cose del genere e tutto questo la dice lunga sull’atmosfera che si respira ad Ancona dopo l’arrivo della Lega pro. In curva nord, ma anche in tribuna, tanti i bambini con le bandiere biancorosse in mano, una sorta di passaggio di consegne da parte dei genitori. Una partita che ancora una volta è stata una festa sia per come sono andate a finire le cose, sia per il sostegno da parte della curva nord dal primo all’ultimo minuto di gioco. Una curva che in questi anni ne ha viste di tutti i colori, una tifoseria che in mezzo alle difficoltà si è ulteriormente rafforzata, una tifoseria che dalla Lega Pro dopo la sciagurata gestione di S.A. si è ritrovata a seguire la squadra nei campi di Prima categoria. Una tifoseria che non si è mai tirata indietro e che ora sembra toccare il cielo con un dito.

Sembrerà strano ma anche la tribuna sembra aver cambiato aspetto con buona parte dei presenti che non esita a cantare seguendo lo spartito musicale proposto dalla curva nord. La Lega Pro è un patrimonio dell’intera città, va difesa e coccolata a denti stretti, tutti devono remare dalla stessa parte per il bene di questi colori biancorossi. Basta fare un passo indietro nel tempo per rendersi conto che proprio un anno fa i dorici venivano sconfitti dal Marina prima giornata del campionato di Eccellenza.

A distanza di 12 mesi la classifica, almeno per il momento, vede l’Ancona Matelica in testa nel campionato di Lega Pro. La ruota dopo anni di delusioni ha girato, come si dice in questi casi, e in tanti come è giusto che sia sognano ad occhi aperti. Una cosa è certa, domenica i biancorossi andranno a Cesena con la consapevolezza di essere una grande squadra e con la certezza che non saranno soli, a giudicare dal fermento che c’è in città intorno proprio a questa attesissima trasferta.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia