Al Bonci di Fossombrone è festa biancazzurra

Una doppietta di Germinale regala la serie D ai ragazzi di Fucili, inutile la rete di Mastrototaro su rigore

Torna in serie D la Forsempronese che al Bonci batte 2-1 l’Agazzanese e conquista la meritata promozione. Dopo il 2-2 di domenica scorsa la doppietta di Germinale stende una combattiva e mai doma Agazzanese che resta in gara fino all’ultimo, ma poi si deve arrendere alla formazione marchigiana.

In un Bonci gremito e trepidante il tecnico biancazzurro Fucili è costretto durante il riscaldamento a fare a meno di Pagliari ripresentando in avanti la coppia Germinale-Battisti come all’andata. Il match appare subito equilibrato, ma la squadra di casa rischia al 6’ quando su pallone lungo in area invoca il fuorigioco, la bandierina dell’assistente però resta abbassata e i biancazzurri salvano con un po’ di affanno. L’agazzanese prova a prendere in mano le operazioni a centrocampo, i ragazzi di Fucili lasciano fare, badando a rimanere ben coperti e provando a pungere di rimessa. Al 13’ è Germinale a provarci di testa al termine di un’azione manovrata con cross finale da sinistra, ma in precario equilibrio non riesce ad indirizzare verso la porta. Superato il quarto d’ora la formazione marchigiana rialza il baricentro, gli ospiti, ma le squadre rimangono molto contratte e non riescono a sviluppare azioni pericolose così al 27’ dai 30 metri Mastrototaro prova la soluzione su calcio piazzato, senza impensierire Marcantognini che blocca sicuro. Alla mezz’ora una bella azione manda Palazzi al cross da destra, Battisti gira bene di testa verso l’angolo basso, ma Di Maio con una prodezza salva, Pandolfi recupera e offre a Germinale che contrastato si vede deviare la palla contro la base del palo ancora dal portiere emiliano, poi i granata si salvano in angolo. Sul successivo corner l’azione insistita dei biancazzurri permette a Germinale di prova la conclusione, ma in uscita il portiere ospite ribatte ancora, poi Bucchi tentenna al momento del tap-in e si fa ribattere la conclusione. La Forsempronese capisce che è un buon momento e insiste al 35’ Conti sulla sponda di Germninale cerca il rasoterra dai 20 metri, ma Di Maio si supera ancora e manda in corner. Passa un altro minuto e la spinta della Forsempronese viene premiata dalla conclusione chirurgica di Germinale che dalla stessa zolla di Conti poco prima, col destro non lascia scampo all’estremo difensore emiliano mandando il pallone contro la faccia interna del palo e infine in rete per l’1-0 che fa esplodere il Bonci. La reazione granata è più nervosa che produttiva e a sfiorare ancora la rete sonodi nuovo gli uomini di Fucili al 42’: Battisti ben lanciato si libera della guardia di Riccardi, ma poi calcia su Di Maio. L’Agazzanese non trova varchi e riesce a farsi minacciosa solo nel primo dei due minuti di recupero accordati per la prima frazione, con un paio di calci piazzati di Mastrototaro su cui però la difesa biancazzurra protegge bene poi si va all’intervallo.

Dopo il riposo Piccinini rompe gli indugi torgliendo Gueye per inserire Forbiti con la squadra che assume un atteggiamento più spregiudicato e impegna Marcantognini al 2’ con un tiro di Pastorelli dal limite che il portiere devia in tuffo. I padroni di casa stringono i denti, ma rischiano il minimo sindacale sulla pressione emiliana che Piccinini irrora di forze fresche. Al 18’ su azion e da rimessa laterale Germinale fa da torre per Spaccazzocchi anticipato in angolo da un difensore. Sul successivo tiro dalla bandierina Pandolfi trova ancora pronto allo stacco a centroarea Germinale che infila il pallone all’incrocio per il 2-0. Sembra finita, ma l’Agazzanese torna in corsa tre minuti più tardi quando sul contatto in area tra Spaccazocchi e Corbellini Laugelli ravvisa gli estremi per la massima punzione. Dal dischetto Mastrototaro spiazza Marcantognini firmando il 2-1 e rimette tutto in discussione. Con la posta in palio altissima e il risultato in bilico si alza anche la tensione sul terreno di gioco con il gioco molto spezzettato dai numerosi fischi del direttore di gara. La Forsempronese torna a farsi viva al 27’ Battisti libera il rasoterra dai 20 metri verso il primo palo , ma Di Maio ci arriva ancora. A otto minuti dal 90’ un intervento pericoloso a gamba alta di Reggiani su Conti a metà campo scalda ulteriormente gli animi con Laugelli che senza esitazioni estrae il cartellino rosso. Pur in dieci gli emiliani non si arrendono e reclamano un nuovo rigore all’86’ su un ingenuo mani di Riggioni valutato però fuori area. La punizione di Forbiti dal vertice destro termina alta non di molto. Il finale è palpitante con gli ospiti che provano a riversarsi in avanti nei sei minuti di recupero accordati da Laugelli, ma la Forsempronese amministra bene con che deve intervenire in una sola occasione su un colpo di testa in mischia ancora da calcio da fermo che Marcantognini neutralizza bloccando a terra, poi al triplice fischio finale parte la festa biancazzurra.

Forsempronese: Marcantognini, Camilloni (88’ Pandolfi L.), Procacci (76’ Rosetti); Bucchi, Urso, Riggioni; Palazzi (57’ Spaccazocchi), Conti, Germinale, Pandolfi R., Battisti All. – Fucili

Agazzanese: Di Maio, Bragalini, Barba (84’ Vago); Mastrototaro, Reggiani, Riccardi; Gueye (46’ Forbiti), Soumahoro (55’ Favari), Del Fanti (60’ Corbellini), Pastorelli (75’ Bolzoni), Daniello All. – Piccinini

Arbitro: Laugelli di Casalmonferrato

Reti: 36’ 64’ Germinale 67’ Mastrototaro rig.

Ammoniti: Riccardi, Camilloni, Rosetti

Espulso. Reggiani all’82’ per gioco violento

Sergio Brizi
Author: Sergio Brizi

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS