Agyemang il migliore, Prezioso da rivedere

foto Us Ancona

Le pagelle dell’Ancona nel pari contro la Spal

Perucchini 6: compie un solo intervento, ma importante, sul colpo di testa ravvicinato di Zilli riscattando un’uscita poco azzeccata. Un’altra incornata di Valentini gli mette i brividi uscendo di un soffio.
Cella 6: più sicuro rispetto alle ultime prestazioni. Neutralizza l’esperto Antenucci mostrando attenzione e determinazione.
Pasini 6: contro il suo ex allenatore Di Carlo, che lo guidò al Vicenza ai tempi della Serie B, dirige il reparto arretrato con autorità non disdegnando d’impostare la manovra da dietro.
Mondonico 6: puntuale nelle chiusure, nel primo tempo non disdegna gli sganciamenti da braccetto alla Bastoni proponendosi spesso a sostegno della manovra. Nella ripresa mantiene la zona di competenza rimediando un giallo che lo limita.
Barnabà 6,5: non soffre le scorribande di Tripaldelli e ribalta il fronte con autorità sulla destra. Dinamismo e solidità al servizio della squadra. Merita il posto da titolare in una fascia in sofferenza fino alla scorsa settimana.
Prezioso 5: rimedia subito un cartellino giallo e rischia di lasciare i compagni in dieci già al 19’ venendo graziato dall’arbitro Arena. A metà ripresa si divora il vantaggio alzando la mira da posizione ravvicinata. Ci mette l’irruenza, non la qualità. Sarà squalificato nella prossima sfida di Pontedera.
Basso (dal 18’st) 5,5: recupera e subito perde palloni a centrocampo non riuscendo a mettere ordine alla manovra. Frenetico.
Gatto 6: tornato titolare dopo tante gare trascorse in panchina con Colavitto, il capitano sbaglia pochi palloni giocando con semplicità, ma verticalizza di rado la manovra e non alza mai i ritmi.
Paolucci 6: crea l’occasione più nitida della prima frazione innescando al 33’ Spagnoli. Si butta spesso negli spazi per supportare la fase offensiva. Non giocava da tempo, alla distanza perde lucidità.
Saco (dal 24’st) 5,5: tornato dagli impegni col Mali, entra nel tratto conclusivo di gara faticando a trovare posizione e misure.
Agyemang 7: gettato nella mischia all’ultimo secondo per rilevare l’infortunato Martina risponde con una prestazione sontuosa. Costringe Dalmonte a cambiare fascia e assalta con continuità Ghiringhelli. Da un suo traversone col contagiri scaturisce una palla gol invitante per Spagnoli.
Giampaolo 5: anonimo il suo primo tempo, in cui non riesce ad accendersi né a ritagliarsi spazi tra le linee.
Moretti (dal 24’st) 5: gli manca il gol da oltre un anno, per l’esattezza da quello segnato al Montevarchi il 31 gennaio 2023. Per un attaccante numeri impietosi. Corre, ma non vede la porta.
Spagnoli 5,5: stavolta il bomber non è letale e manca quattro occasioni. Nel primo tempo spara sulla sagoma di Valentini a porta vuota, nella ripresa viene murato in tre circostanze dal portiere Galeotti.
All. Boscaglia 6: non cambia il 3-5-2 adottato dai predecessori Donadel e Colavitto adeguandosi alle caratteristiche del materiale con scarsa qualità a disposizione. Non ha paura ad affidare le fasce a Barnabà e Agyemang, migliori in campo, e presenta un’Ancona meno timorosa rispetto alle ultime esibizioni. Per trovare il gol e scongiurare i playout dovrà però lavorare tanto. Il tempo non è suo fedele alleato.

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS