Agricoltura sociale in favore di servizi per anziani, bambini e disabili

A Serrungarina si è parlato del problema di accessibilità ad essi

Il 14% della popolazione vive in Comuni privi di asili nido, il 6% dei cittadini fa fatica ad accedere ai servizi. Piccole percentuali che si riflettono sulla perdita di posizioni, dal 39esimo al 42esimo posto, della provincia di Pesaro Urbino nella classifica sulla Qualità della Vita dedicata alla spesa procapite dei Comuni in favore di anziani, disabili e bambini.

 

Di questo si è parlato ieri, lunedì 9 dicembre, a Serrungarina nel corso del convegno dedicato a “Agricoltura sociale: ricchezza per i cittadini, opportunità per le imprese“. Proprio le aziende agricole possono rappresentare una risorsa fondamentale per colmare il divario tra domanda e offerta. In provincia sono già una decina le aziende agricole che, nell’ambito della loro multifunzionalità, si occupano di servizi sociali e assistenziali, servizi socio sanitari, inserimento lavorativo, educativi e didattici. Dopo l’introduzione di Maurizio Mauri (Presidente Federpensionati Coldiretti Pesaro e Urbino), hanno relazionato Angela Genova (docente Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”) e Antonio Cherubini, medico dell’Inrca di Ancona che ha seguito il progetto Sprintt sulla longevità attiva. Progetto che ha visto la partecipazione di Coldiretti e che sta dimostrando che gli anziani attivi negli orti sociali o in attività all’aperto preservano molto meglio la salute rispetto ai pari età che invece conducono una vita sedentaria.

Di grande interesse anche le testimonianze di due aziende agricole, impegnate con Agrinido e Longevità attiva, e l’intervento conclusivo di Giorgio Grenzi, Presidente Nazionale Federpensionati Coldiretti. “Le aziende agricole mettono a disposizione le loro strutture alle comunità riuscendo a offrire capillarità di servizi anche in piccoli comuni che altrimenti non ne avrebbero” commenta Tommaso Di Sante, Presidente Coldiretti Pesaro Urbino.

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS