Agenti sotto copertura scoprono bagarino delle spiagge libere

Chiedeva soldi ai bagnanti per un posto senza prenotare con iBeach

Il comandante della polizia locale di Ancona Liliana Rovaldi ha mandato due agenti sotto copertura, “un uomo e una donna, con pareo e costume da bagno per verificare di persona” se uno steward chiedeva soldi per ‘dare ‘ posti nella spiaggia libera di Mezzavalle a Portonovo, senza la prenotazione tramite app.

 

Lo ha raccontato la stessa Rovaldi all’Ansa, spiegando che “purtroppo il riscontro è stato positivo“. Se ne è parlato oggi in Consiglio comunale, dove è stata esaminata un’interrogazione di Francesco Rubini (Altra Idea di Città).
Il sindaco Valeria Mancinelli ha confermato che le segnalazioni di bagnanti, ai quali sarebbero stati chiesti soldi (almeno 5 euro) per scendere in spiaggia anche senza prenotare con iBeach, sono arrivate anche alla polizia locale che ha predisposto un’indagine “già segnalata in Procura”.

Si tratterebbe della condotta di un solo addetto subito rimosso dall’incarico. Gli episodi risalgono ad agosto.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia