Addio a Roberto, le toccanti parole della Robur

Roberto Salvatori

La società maceratese ricorda il proprio dirigente, scomparso ieri

La Robur Macerata ricorda il suo dirigente, Roberto Salvatori, morto ieri a causa di un improvviso malore all’età di 51 anni (leggi). “Vi vorremmo raccontare di un giovane nato leader, che sapeva aprire sentieri che altri non vedevano, che riusciva a tirar fuori entusiasmi soffocati e nascosti, che portava sulle spalle zaini che avrebbero fiaccato la schiena a chiunque. Un giovane imbrattato dalla testa ai piedi della sabbia dei nostri campi. Si, di un giovane sempre giovane, che aveva come paradigma di vita la silenziosa operosità e la sostanza dei fatti, nutrita da una fede mai scontata e sempre nutrita. Vorremmo raccontarvelo ma non ci credereste.. anzi si, ci credereste perchè l’avete conosciuto anche voi. Salutiamo questo giovane, che è marito, padre, fratello, accompagnamolo verso il Paradiso, lui ci aspetterà lì. A noi il compito di proseguire la sua storia.. lo sentiamo già ci sta incitando, lì a fondo campo.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

error: Contenuto protetto !!