Accordo tra Regione e laboratori di analisi privati per la diagnostica Covid19

(Foto Ansa)

L’assessore alla Sanità, Saltamartini: “Ottimo spirito di collaborazione per costruire percorsi sicuri per i cittadini”

“Accordo tra Regione Marche e Laboratori privati di analisi convenzionati e accreditati per definire le linee operative sulle prestazioni della diagnostica Sars Cov – 2”. Lo annuncia l’assessore alla Sanità Filippo Saltamartini.

“I laboratori analisi privati accreditati (49 nelle Marche) – fa saper la Regione – hanno dato piena disponibilità per le attività di sanità pubblica a supporto dei Dipartimenti di Prevenzione dell’Asur (azienda sanitaria unica regionale) per l’identificazione rapida dei focolai, i test dei ‘contatti stretti’, le prestazioni domiciliari, i test previsti per il ‘percorso guariti’ e a operare nei drive through organizzati dai Dipartimenti di Prevenzione”.

Un accordo, commenta Saltamartini, “concluso rapidamente e con reciproca soddisfazione“. Le linee guida saranno “contenute in un atto programmatico all’esame della prossima giunta regionale. La condivisione dei contenuti e l’accettazione delle proposte sono state raggiunte durante una videoconferenza nel pomeriggio, con i rappresentanti dei laboratori autorizzati e accreditati dalla Regione per eseguire screening e tamponi”.
Presenti, tra gli altri, oltre all’assessore e alla dirigente Lucia Di Furia, Dario Arcagni (Anisap Marche), Fabio Di Pietro (Assolab Marche), Nicola Marchionni (Federlab), Stefania Gaspari Pellei (Snabilp federbiologi).

(Ansa)