A Montegranaro protagonista la “musica” di Caravaggio

“Icaro cadde qui” – A Sant’Ugo i Crypta Canonicorum propongono un viaggio tra le opere del Merisi che parlano di musica

Ci sono opere di Caravaggio che parlano di musica, opere grazie alle quali sappiamo come fossero gli strumenti dell’epoca, come si svolgessero le esecuzioni pubbliche dei brani e altre informazioni preziose per ricostruire un frammento della storia della musica. Tutto questo farà da filo conduttore per un pomeriggio particolare da trascorrere all’interno dell’Ecclesia di Sant’Ugo di Montegranaro.

Domenica 3 novembre, in occasione dell’apertura ordinaria dell’ecclesia da parte di Arkeo, oltre alle normali visite guidate gratuite del sito, l’associazione montegranarese offrirà un particolare concerto del coro Crypta Canonicorum, “Icaro cadde qui”, nel corso del quale faremo un viaggio all’interno delle opere di Michelangelo Merisi,  ma non di tutte, solo di quelle che ci parlano di musica. Ogni opera sarà ispirazione a un brano eseguito dal coro e alla lettura di un testo poetico di riferimento con la collaborazione dei lettori del G.T.M., e la visione dell’opera del Caravaggio proiettata su schermo.

Un incontro culturale semplice ma importante, che coniuga la bellezza del luogo con quella della musica, il tutto unito dalla grande opera di uno dei più grandi pittori italiani di ogni tempo. Ancora un’offerta culturale dell’associazione Arkeo che da anni promuove il territorio da un punto di vista turistico e culturale, con proposte godibili ma preziose. Il tutto sarà gratuito, con la possibilità di lasciare una gradita offerta.

Ti potrebbero interessare

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia