A Cerbone è mancato il killer instinct: Cartechini provvidenziale

PROMOZIONE – Le pagelle di Aurora Treia – Potenza Picena

di Emanuele Trementozzi

AURORA TREIA 5.5: parte bene ma rischia subito sulla traversa di Mosquera. Si fa vedere in attacco ma, nella ripresa, dopo aver colpito la traversa su punizione, viene trafitta da Morbidelli. Trova il pari più avanti, ma nel finale rischia due volte con Cerbone di capitolare

Cartechini 7.5: Si fa trovare sempre pronto, poi nel finale si esalta su Cerbone e salva il risultato. L’esultanza dopo la parata dice tutto sull’importanza della respinta

Gobbi 6.5: Costante pericolo sulla fascia, corsa e tecnica per creare superiorità numerica sulla parallela. La traversa gli dice di no sul calci di punizione.

Fratini 6: Pomeriggio di controllo, spinge meno di Gobbi ma tiene abbastanza bene la sua zona di competenza

Romagnoli 5.5: Non sfigura ma non brilla neanche al cospetto di un Potenza Picena che corre tanto e non molla un centimetro

Palazzetti 5.5: Lì in mezzo qualche occasione di troppo viene lasciata ai potentini, che non sfruttano a dovere i varchi a disposizione

Mulinari 5.5: Sul gol ha maggiori colpe Badiali nello scarico troppo blando, ma quando attacca Morbidelli lo fa con meno convinzione del solito, favorendo la conclusione che porta al gol

Piancatelli 5.5: tanto sacrificio e voglia di fare, ma lo spunto giusto non arriva sempre come vorrebbe

Marchetti 6: motorino inesauribile, lotta e contrasta come suo solito. Non sempre brillante ma comunque efficace

Voinea 6.5: nel primo tempo fa fatica a liberarsi delle marcature ma, nella ripresa, approfitta dell’unica vera chance a disposizione per infilare un bel gol di testa

Ariel Di Francesco

Badiali 5.5: Cerca di essere sempre nel vivo del gioco e prova anche a concludere l’azione, trovando sulla sua strada Giachetta. Ma sul gol di Morbidelli commette una leggerezza appoggiando debolmente al compagno, favorendo la pressione decisiva del numero undici potentino

Di Francesco 5.5: Parte forte, mettendo in difficoltà tra le linee la formazione ospite. Ma non trova il guizzo vincente, fino alla sostituzione nella ripresa che non prende benissimo

(68′ Panichelli) 5.5: sbaglia tanti palloni, non entra bene in partita come vorrebbe Passarini

All. Passarini 5.5: subisce la fisicità e il ritmo avversario, crea qualche occasione ma, nel finale, ringrazia Cartechini se non la perde

 

POTENZA PICENA 6.5: Meriterebbe un sette pieno se, nel finale, riuscisse a vincere una partita che sembrava vinta, vista la colossale occasione di Cerbone. Ma ha ritmo, corsa, intensità e la giusta garra. Sfiora il colpaccio

Giachetta 6.5: si fa trovare pronto quando chiamato in causa. Nel finale gestisce palloni, tempo e situazioni con grande esperienza

Mosquera 6: mezzo voto in meno per la marcatura persa in occasione della rete di Voinea, sul quale non stringe colpevolmente. Ma, fino ad allora, quantità e corsa da vendere, oltre una clamorosa traversa ad inizio gara. Esce infortunato e stremato

(81′ Pini) s.v.

Telloni 6.5: spinge quando può e tiene bene in fase difensiva. Uno dei migliori per applicazione e costanza

Zucchi 6.5: Lotta come un leone con chirurgica determinazione, finisce la gara sfinito

Rossini 6.5: dopo il colpo in pieno volto che lo fa sanguinare a lungo, rientra e non mostra tentennamenti. Non ha paura e lo dimostra

Dutto 6.5: quasi sempre preciso e puntuale nelle chiusure, un po’ partecipe in responsabilità sul gol di Voinea, ma dà sicurezza

Micheli 7: corre, lotta, richiama i compagni e spaventa gli avversari. Partita di grande sostanza

Mancini 6: Non appariscente ma sicuramente utile alla causa e presente in campo con grande temperamento

Cerbone 5: non si risparmia mai per tutta la gara, ma le due palle nel finale che non concretizza gridano vendetta. Soprattutto la seconda, a tu per tu con Cartechini, fa disperare i suoi

Vecchione 6.5: non sempre gli riesce la giocata, ma è sempre a disposizione del collettivo e, soprattutto nella ripresa, sale maggiormente in cattedra

Il gol di Morbidelli

Morbidelli 6.5: corre, rincorre e si sacrifica. Sul gol è bravo nel crederci, determinato nel riconquistare palla e fortunato nel trovare la deviazione decisiva

(73′ Avallone) s.v.

All Santoni 6.5: La squadra è a sua immagine e somiglianza. Grinta, carattere, corsa e intensità. E se Cerbone non sbagliasse quel gol nel finale…

ARBITRO: Sign Ciccioli di Fermo 4.5: riesce a sbagliare quasi tutto, nelle valutazioni e nella gestione dei cartellini. Fa arrabbiare chiunque e, fortuna ha voluto, che non ci fossero stati episodi chiave in area di rigore. Impreciso.

Michele Raffa
Author: Michele Raffa

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS