A Cavion risponde Donnarumma, pari al debutto per l’Ascoli

L'Ascoli esulta al gol di Cavion

SERIE B – A Brescia termina 1 a 1, primo punto per i bianconeri di Bertotto. Clamoroso gol vittoria sciupato da Saric all’ultimo respiro

Primo punto in campionato per l’Ascoli Calcio che al Rigamonti impatta 1-1 contro il Brescia di Del Neri. Mister Bertotto sceglie la coppia Avlonitis-Corbo in difesa, con Pucino a destra e Sarzi Puttini a sinistra. Quasi clamorosa la titolarità di Cavion con Buchel e Saric a centrocampo. Davanti spazio a tre nuovi acquisti: Bajic, Cangiano e Chiricò.

Pronti via ed è subito Picchio in vantaggio. Pregevole giocata di Buchel che scodella in area verso Cavion che di testa batte Joronen in pallonetto per la rete ascolana. Ascoli frizzante in avvio e al 4′ arriva una nuova occasione: Cangiano si libera sulla sinistra, rientra e calcia a giro con palla ad un soffio dal secondo palo che si spegne sul fondo. Al quarto d’ora miracolo di Leali sul colpo di testa di Chancellor che impatta di capoccia trovando la grande risposta del portiere bianconero. Al 31′ arriva il pareggio di Donnarumma che sull’assist di Aye insacca sotto porta il suo 64esimo gol in serie cadetta. Dieci minuti più tardi altra occasione per Donnarumma che sotto porta stoppa il pallone ma non riesce a calciare in porta trovando la respinta di corpo di Avlonitis. Al 43′ pregevole lancio di Saric per Cangiano che, pescato con un perfetto suo movimento, in area in solitaria cerca di stoppare il pallone ma non riesce e Joronen prende il pallone.

Nella ripresa al 51′ altro miracolo di Leali: tiro cross dalla destra e deviazione da parte di Corbo con il portiere bianconero che di piede sinistro ha la reattività per deviare il pallone.  Al 55′ il match cambia con il rosso per Papetti che strattona Chiricò involato verso la porta. Sulla punizione seguente lo stesso Chiricò calcia alto con deviazione della barriera. Sul pallone c’era anche Pucink che al 57′ calcia da fuori, dagli sviluppi di un corner, con il destro al volo bloccato da Joronen. L’Ascoli cerca di gestire la partita e non di affondare. Al 76′ è il neo entrato Matos che ci prova di destro da fuori con palla lenta ma angolata che termina al lato. Grande occasione per il Picchio al minuto 86 con Chiricò che di piatto calcia al volo dopo un cross dalla sinistra. L’impatto con il pallone è perfetto ma la palla termina alta sopra la traversa. Al 94′ Saric si mangia la palla della vittoria. In area dopo un rimpallo calcia clamorosamente addosso al portiere avversario. Ultimo brivido con la palla in area per il Brescia che però la difesa ascolana spazza.

Il tabellino

BRESCIA – ASCOLI 1-1

BRESCIA (4-4-2): Joronen; Mateju, Papetti, Chancellor, Martella; Spalek (62’ Morosini), Dessena, Labojko (80’ Ghezzi), Zmrhal (62’ Van De Looi); Aye, Donnarumma (57’ Mangraviti). A disp: Kotnik, Skrabb, Semprini, Bjarnason. All. Del Neri.

ASCOLI (4-3-3): Leali; Pucino, Corbo, Avlonitis, Sarzi Puttini (81’ Padoin); Cavion (66’ Eramo), Buchel (66’ Petrucci), Saric; Chiricò, Bajic (81’ Vellios), Cangiano (59’ Matos). A disp: Sarr, Ghazoini, Mallè, Donis, Tassi, Sini, Semeraro. All. Bertotto.

ARBITRO: Abbattista di Molfetta.

RETI: 1’ Cavion (A), 32’ Donnarumma (B).

NOTE: Ammoniti: Mangraviti (B). Espulso al 54’ Papetti (B), Petrucci (A). Prima della gara osservato 1’ di silenzio in memoria dell’arbitro De Santis. Rec. 0’ pt, 4’ st.