A. A. A. ad Ancona cercasi segnaletica orizzontale

Nel capoluogo di regione il tempo, l’incuria e le intemperie hanno cancellato gran parte degli stalli segnati a terra

Le multe fioccano, ma la segnaletica, almeno quella orizzontale, è davvero fatiscente. Il riferimento non può che essere ai box blu che indicano la sosta a pagamento che in alcuni quartieri di Ancona sono letteralmente sparite dalla circolazione.

Una cosa va subito detta: per il codice della strada in caso di controversia ha priorità la segnaletica verticale, ma avere più attenzioni per quella orizzontale non sarebbe davvero una cattiva idea. Tra le zone dove le strisce blu sono un lontano ricordo spicca il quartiere Adriatico da largo Aristodemo Maniera fino a via Rodi per arrivare dalle parti via Panoramica traverse comprese. In queste vie sono anni che i box non vengono rifatti o meglio la M&P tempo addietro aveva provato a ripristinare la segnaletica in via Montegrappa ma i risultati sono stati a dir poco sconcertanti. Box fantasma anche in via Isonzo nella zona del Piano fino a via Capodistria dove la segnaletica è un lontano ricordo. Rifacimento dei box che spetta, come detto, alla Mobilità e Parcheggi come conferma lo stesso Amministratore unico Erminio Copparo: “Sono mesi che l’azienda non spende soldi per sistemare questi box per il semplice fatto che nei contratti dove è previsto il rifacimento dell’asfalto o la sistemazione dei sottoservizi fibra ottica compresa la stessa azienda che esegue il lavoro deve poi provvedere alla nuova pitturazione dei box. A volte i tempi si allungano ma noi come M&P abbiamo la situazione sotto controllo al punto tale che in caso di ritardo nei lavori non esitiamo a sollecitare le ditte che hanno effettuato scavi o rifacimento dell’asfalto. Nei nostri uffici abbiamo un elenco di vie che a breve saranno interessate da alcuni lavori”.

Una cosa è certa: alcune strade di Ancona sono anni che non vengono interessate da lavori di scavo, rifacimento dell’asfalto ne tantomeno dalla messa in posa di nuovi sottoservizi. Nonostante ciò le strisce blu sono un lontano ricordo. Per avere la controprova basta andare in via Rismondo, via Pasubio o via Archibugi. In via Montesanto invece una traversa di via Panoramica oltre alla mancanza della segnaletica orizzontale c’è il problema delle radici degli alberi che hanno letteralmente sollevato l’asfalto. In poche parole parcheggiare da queste parti è praticamente impossibile con i residenti della zona che fanno dei 13000 anconetani che pagano una volta all’anno il permesso sosta alla stessa M&P.

Giada Berdini
Author: Giada Berdini

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Tag
Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS